Logos Multilingual Portal

Select Language

a à b c d e è f g h i l m n o p q s t u ù v

... è noi avemu una vera missione, in questa spaventosa miseria italiana, una missione micca di putenza o di richezza, ma di educazione, di garbu è di cultura
Pier Paolo Pasolini
à chì busca u ridiculu in tuttu, u si trova
Jules Renard
a chi ghjova à campà, s\'eddu ùn c\'è u curagiu di luttà ?
Giuseppe Fava
a demucrazia cunsiste à sceglie dittatori dopu ch\'eddi avissini dettu ciò che vo\' pinsete vulè sente.
Alan Coren
a demucrazia deve esse più ch\'è dui luppi è un agnellu chì decidenu d\'un votu di u menù di a cena
James Bovard
a ghjente, cum\'è pecure, tendenu à suvità u capimachja, à le volte ind\'una direzzione ghjusta !
Alexander Chase
à ghjornu d\'oghji i ghjovani pensanu chì u soldu hè tuttu è quandu invichjaranu a sapparanu!
Oscar Wilde
a libertà hè cum\'è a puesia: ùn ha micca bisognu d\'aggettivu, hè a libertà!
Enzo Biagi
a mafia hè un business cum\'è l\'altri, à a diffarenza chì, ognitantu, si serva di arma à focu
Mario Puzo
a mamma hè u cori di a famiglia. Spenda u guadagnu di u babbu pà cumprà robba chì migliuressi u locu duva edda magna, dorma è guarda a televisiò
Germaine Greer
à nantu à u caminu verdi a saviezza, u prima passu hè di stà zittu, u sicondu hè ascultà, u terzu hè aricurdassi, u quartu hè praticà, u quintu hè di amparà à l\'altri
Solomon Ibn Gabirol
a perioda più prulifica di pessimisimu si prisenta à vintunu anni più o menu, quandu si face u primu tentativu di trasfurmà i sogni in realità
Heywood Broun
a prima legge di u ghjurnalìsimu: cunfirmà i pregiudizii esistenti invece di cuntradilli.
Alexander Cockburn
a primura di a perfezzione porta sempre à preferisce l\'ingannu à a verità
Paul Ariès
a publicità hè l\'arte di creà bugie compie da meze verità
Edgar Shoaff
a pulitica e u distinu di l\'umanità so fabricati da ghjente privi d\'ideali e d\'onore. L\'omi d\'onore ùn c\'entrenu in pulitica
Albert Camus
a pulitica, arte di impignassi di a cosa pubblica, hè fatta da puliticanti chì so artisti di l\'affari privati
Carl William Brown
a satira pulitica duvintò vana u ghjornu chì si hè datu u Nobel di a Pace à Henry Kissinger
Tom Lehrer
a scienza ùn hè micca parfetta, ma ùn voli micca dì ch\'è tu hai bisognu di a rilighjoni
Anonymous
a scrittura hè u solu mistieru chì parmetti di ùn vince micca soldi senza essa ridìculu
Jules Renard
a seduzzione: a manera di sentesi risponde di si, senza avè postu una dumanda chjara
Albert Camus
a sfarenza tra demucrazia e dittatura è che in demucrazia ciò à vutà nanzu di prende ordini; in dittatura ùn si perde mancu tempu à vutà
Charles Bukowski
a sola cosa chì separa un omu da ciò ch\'eddu brama d\'a vita hè spessu solu a vulintà di pruvà, a forza di creda ch\'e sia pussibuli
Richard M. DeVos
a sola manera chì un ghjurnalista devi fighjulà un puliticu hè da testa \'n fondu
Frank Kent
a sola verità è in l\'istintu
Anatole France
a stampa ùn vole infurmà u lettore, solu cunvincelu ch\'ella hè in traccia di falla
Nicolás Gómez Dávila
a storia sarà brava cù mecu, postu chì aghju privistu di scrìvala
Winston Churchill
a storia umana, tra salvazione e perdimentu, è ambigua. Un sapemu mancu si semi noi i patroni di u distinu nostru !
Norberto Bobbio
a sucetà hè permissiva cù ciò chì ùn costa nunda
Enzo Biagi
a sucetà porta una vera stima à l\'omi nurmali. Ampara à i ziteddi à perdasi è à diventà sciocchi, è cusì à essa nurmali. Omi nurmali avarani tombu forse centu millioni d\'altri omi nurmali, i cinquanta anni scorsi
R.D. Laing
a sulitudine ùn si trova, si face
Marguerite Duras
a televisiò è più interessante che la ghjente. Se ùn fussi cusì averìamu parsoni ind\'i scorni di e nostre stanze
Alan Coren
a televisiò hè u spechju duva si po veda u fiascu di l\'insemi di u nostru sistema culturali
Federico Fellini
a tuntìa è una cundizioni umana. In noi, a tuntìa sta quant\'à raghjò. U prublema è chi a suciità pà definisciasi cum\'è civile si deve d\'accittà a tuntìa cum\'è a raghjò
Franco Basaglia
a vera filusufia hè di amparà torna à veda u mondu
Maurice Merleau-Ponty
a verità è u valori maiò, risparmiamila
Mark Twain
a verità ùn sta micca in un solu sognu, ma in tanti sogni
Pier Paolo Pasolini
a vindetta più crudele d\'una donna, è di stà fidele à un omu
Jacques-Bénigne Bossuet
a vita è una scola di prubabilità
Walter Bagehot
a vita si po capiscia solu in darettu, ma si campa in davanti
Søren Kierkegaard
amà u so travagliu hè avicinassi à u più di a felicità in tarra
Rita Levi Montalcini
arrubanu, sterpanu, rapinanu, e cù falsu nome, u chjamanu imperu. Po\' induva hanu fattu u disertu, u chjamanu pace
Tacitus
assai ghjenti si perdini i picculi gioi di a vita aspittendu a felicità maiò
Pearl S. Buck
avè listessi brami e listessi ricusi, è puri quissa a vera amicizia
Caius Sallustius Crispus
avè raggiò è una raggiò di più di ùn avè micca successu
Nicolás Gómez Dávila
avè un libru diventa un sustitutu à a so lettura
Anthony Burgess
avemu fattu daveru in furia à sminticassi di quandu eramu noi i migranti
Susanna Agnelli
avemu mundialisatu u cìrculu ma micca u pane
Anónimo
avucatu: quiddu chi ci pruteghji da i ladri, rubenduci a tentazioni
H.L. Mencken
bigamia hè avè un maritu di troppu, monogamia dinò
Erica Jong
bisogn\'à sfidàssi di l\'innovazioni inutile, sopr\'à tuttu quelle guidate da a logica
Winston Churchill
cara demucrazia, voltati in casa, chi è sempri tempu
Ivano Fossati
castità: a più anurmale di i perversioni sessuali
Aldous Huxley
certe volte, ind\'a vita, tocca sapè lottà micca solu senza paura, ma puru senza speranza
Sandro Pertini
certi truvani u silenziu insuppurtevuli chì t\'ani troppu rimori in sè stessu
Robert Fripp
che tu sia più saviu che l\'altri se tu poi, ma aqua in bocca !
Lord Chesterfield
chì i parsoni vulgari esprimini i so pinsamenti in modu chjaru, ùn hè vera quissa; è a chjarezza chì ci si po truvà ùn vena micca da a so patrunanza di a lingua ma da a puvertà di i so pinsamenti
Samuel Johnson
chjavà calma l\'angoscia, l\'amori a faci nascia
Woody Allen
ch\'è l\'altri si vantessini di ciò chì t\'ani scrittu, eu mi vantaraghju di ciò ch\'aghju lettu
Jorge Luis Borges
ci hè la ghjente chì pagheria pè vendesi
Victor Hugo
ci n\'hè un saccu di bugìe in \'ssu mondu ! È u peghju sarà chì a mità sò vere
Winston Churchill
ci sò casi, lochi e cuntesti induva a viulenza, e dunqua l\'omicidiu (cùlmine di eccessiva viulenza) diventa reale, prisente, cuncreta
Roberto Bolaño
ci vo\' assai assai tempu pà essa ghjovanu
Pablo Picasso
cinicu: un furdanu à a vista diffetosa chi vede e cose cumu elle so, e micca cumu avarianu da esse.
Ambrose Bierce
clona di più a genetica o a televisioni ?
Anónimo
creà bibbliutechi hè cum\'è custruiscia granaghji pubblichi, ammansà riservi pà un inguernu di u spiritu chì, da una massa di segni, vegu ghjunghja
Marguerite Yourcenar
cultura ùn vo\' dì leghja assai, mancu sapè assai, vo\' dì cunoscia assai
Fernando Pessoa
custruimu un\' esistenza cù ciò ch\'è ricivimu, custruimu una vita cù ciò ch\'è demu noi.
Winston Churchill
c\'è una manera di sapè se un omu è onestu:a li dumandeti ! se vi risponde di si, u tipu è falsu.
Groucho Marx
dì amicizia è dì accordu perfettu, tutale cunfidenza e memoria longa, val\'à dì fedeltà
Gabriela Mistral
di una donna mal\' vistita, si rimarca subitu u so vistitu; s\'ella hè vistita bè si rimarcarà à ella
Coco Chanel
duva c\'è assai luce, l\'ombra è più pagna
Johann Wolfgang von Goethe
duvaria omu esse sempri inamuratu. Eccu parchì ùn ci vo\' mai à spusassi
Oscar Wilde
duvemu tutti ubbidiscia à i leggi, ma pà capisciali ci vo\' un avucatu
Fabio Fumi
e streghe anu piantatu di esiste quandu avemu piantatu di brusgiàlle
Voltaire
e tentazioni, à u cuntrariu di e bone occasioni si prisentenu sempre una siconda volta
Orlando Aloysius Battista
è un miraculu chi a cultura sopravviva à l\'educazione sculare
Albert Einstein
era cum\'è si u mondu fussi divisu tra i boni è i cattivi. I boni durmivanu megliu mentri chì i cattivi inveci paria ch\'è si scialavanu di più l\'ori di sveglia.
Woody Allen
esse giovanu e micca rivoluzionariu hè una cuntradizzione ancu biologica
Salvador Allende
eu ùn aghju a paura di a gattivezza di i viulenti, ma di u silenziu di l\'onesti
Martin Luther King
eu, tengu bè i partiti pulitichi: so i soli posti chi fermani induva a ghjenti ùn parla micca pulitica !
Oscar Wilde
finchè esisteranu l\'omi, esisteranu i vizi
Tacitus
forse scopra a verità fussi tantu faciuli chi dimustrà i scoghji
Marcus Tullius Cicero
fumà è u più parfettu di i piacceri: godi senza essa soddisfattu. Chi voli di più ?
Oscar Wilde
giurnalìsimu hè scriva ciò chì calchissia ùn voli micca fà sapè, u restu hè prupaganda
Horacio Verbitsky
ha fattu assai pà a psichiatria a televisiò, tantu pà falla cunoscia ch\'è pà rendala necessaria
Alfred Hitchcock
hè bunissimu creda solu in ciò chì un artista faci, inveci di ciò ch\'eddu dici di a so opara.
David Hockney
Hè un crimine contr\'à l\'umanità cunvertiscia una tarra agricula pruduttiva in una tarra pà bio cumbustibili
Jean Ziegler
Hè un sbagliu di pensà chì nimu ùn capisca u so propiu caratteru. Quasi tutti cunoscenu ancu benissimu i so propii difetti ma insistenu à dalli nomi diversi di quelli aduprati da u restu di u mondu
Arthur Helps
i cattivi esistini parchì esistini i bravi; caccieti i bravi è sparisciarani i cattivi
Carl William Brown
i cattivi libri generani cattivi vezzi è i cattivi vezzi generani libri boni
René Descartes
i despoti sanu risolve tutti i prublemi, fora di u più seriu : u soiu stessu
Winston Churchill
i giovani anu sogni chì ùn si rializarani mai; i vechji anu ricordi di ciò chì ùn hè mai accadutu
Hector Hugh Munro
i giovani sposi ùn anu micca idea di quantu devenu ringrazià a televisiò: tandu, ci vulia ancu à discuta cù a so metà...
Isidoro Loi
i libri servini à mustrà à un omu ch\'è quiddi idei soi cusì urighjinali, ùn sò novi mancu stampa
Abraham Lincoln
i paruli anu u valori ch\'è li dà quiddu chì l\'ascolta
Giovanni Verga
i puliticanti ùn sò ch\'è i servi di i banchieri
Ezra Pound
i scemi aprini i camini chì dopu fanni i savii
Carlo Dossi
i verità chì contani, i gran\' principi, à a fini firmani dui o tre: So quiddi chì t\'ha insignatu màmmata da ziteddu
Enzo Biagi
i zitelli ùn so mai stati boni à ascultà i maiori, invece chi ùn hannu mai finitu d\'imitàlli
James Baldwin
in pulitica, u veru santu hè quillu chì frusta è tomba u populu pà u bè di u populu
Charles Baudelaire
in Svizzera sò fanatichi di a pulizzia; lavani ancu i soldi
Marcos Vergara Meersohn
in tempu di guerra a verità hè cusì preziosa ch\'è bisognaria sempri à essa prutetta da un muru di bugii
Winston Churchill
ind\'i cosi maiò l\'omi si mostranu cum\'è li cunvena di mustrassi; si mostranu ind\'è i chjuchi tali ch\'eddi sò
Nicolas de Chamfort
infidele: in New York quale ch\'ùn à fede ind\'u Cristianisimu, in Custantinopuli, invece, quale chi ci crede
Ambrose Bierce
inveci di abbuliscia i ricchi, bisognu ad abbuliscia i povari
George Bernard Shaw
l\'amori maiò principiani di modu pricisu: appena a vedi, dici: ma quali hè ssa conna ?
Ennio Flaiano
l\'anima libera hè rara, ma quandu a vedi a ricunosci, sopratuttu chì ti senti bè, assai bè, quandu sè vicinu à edda ò \'ncun edda
Charles Bukowski
l\'arte di vince si ampara ind\'i disfatti.
Simon Bolivar
l\'arte è un investimentu di capitali, a cultura un alibì
Ennio Flaiano
l\'avventura hè solu una cattiva pianificazione
Roald Amundsen
l\'ecunumia mundiale è l\'espressione compia di u crimine urganizatu. L\'organisimi internaziunali, chi cuntrollanu muneta, mercatu e creditu, praticanu u terrorisimu internaziunale contr\'à i paesi povari e i povari di u mondu sanu cù una friddezza prufissiunale e un\'impunità da fà diventà rossu inciapanatu u più spertu di i terruristi
Eduardo Galeano
l\'idealìsimu, va bè, ma quandi s\'avvicina ellu di a realità, u so costu diventa pruibitivu
William F. Buckley
l\'ignuranza,più d\'u prigiudiziu è vicina à a verità
Denis Diderot
l\'omi ùn si vergognanu di pensà cose brutte, ma t\'hanu u pinseru che l\'altri credessinu ch\'elli t\'hanu sintimi bruti
Friedrich Wilhelm Nietzsche
l\'ottimistu pensa ca quissu hè u megliu di i mondi pussibuli. U pessimista temi ch\'edda sia vera
Robert Oppenheimer
l\'usu hè l\'unica manera di rende bone, vere e legittime e parulle di una lingua
Alessandro Manzoni
megliu aghjunghja vita à i ghjorni ch\'è ghjorni à a vita
Rita Levi Montalcini
mi dicìani chì \'ssi pochi morti erani nicissari pà ghjungna à un mondu duva ùn s\'ammazzessi più
Albert Camus
mi pensu di avè trovu l\'aneddu mancante tra l\'animali e l\'homo sapiens: noi !
Konrad Lorenz
mi piacciaria à veda i preti spusati e micca sulamenti quiddi eterosessuali
Anónimo
mi sogu sempri pinsatu chì s\'eddu ci hè un locu ind\'u mondu induva ùn ci sighi una razza pura sarà l\'Italia. Di fatti i nostri antichi anu avutu troppu occasioni di divertasi
Enzo Biagi
micca tuttu u mondu si pò avantà d\'avè un amicu
Antoine de Saint-Exupéry
ne vuleti avè assai chi vi aiutani ? Circheti di ùn avè bisognu
Alessandro Manzoni
nimu duvaria pusseda più di quantu li sia nicessariu à campà; u restu, di drittu, hè di u statu
Benjamin Franklin
nimu hè abbastanza giovanu da ùn pudè micca more oghji
Francesco Petrarca
nisciun guvernu si po mantene sicuru assai tempu senza un\' opposizione formidevule
Benjamin Disraeli
o semu capacci di cumbatte l\'idee cuntrarie cù a discussioni o bisognu à lascialle esprimesi. ùn si ponu micca vince l\'idee incù a forza, chì impedisce u libaru sviluppu di l\'intelligenza
Ernesto Che Guevara
ogni volta chì basta una sola parsona pà fà una faccenda comu si deve, hè fatta mali da dui, è à malapena da tre o più...
George Washington
ogni volta chi vegu à un omu nantu à un velò, pensu chi, pà a razza umana, ci sia sempri una sperenza
H.G. Wells
pà essa patriotti, odieti tutti i nazioni for di a vostra; pà essa riligiosu, tutti i setti for di a vostra; pà essa unestu, tutti i falsi apparenzi for di a vostra
Lionel Strachey
parchì ripeta sempri listessi vechji sbaglii, s\'eddi ci so tanti sbaglii novi
Bertrand Russell
parchì tumbà à quiddi chi ani tombu à d\'altri ? Pà fà veda à l\'aghjenti chi tumbà è mali ?
Norman Mailer
pentesi e po\' ricumencià: ghjè què, a vita
Victor Cherbuliez
più che amore, soldi o gloria, datemi a verità
Henry David Thoreau
porghji à tutti l\'arechja, à pochi la to voci. Ascolta sempri u parè di l\'altri ma pensa à modu toiu
William Shakespeare
pruvà chi t\'aghju a raggiò sarìa ammetta chi putria avè tortu
Pierre Caron de Beaumarchais
pulitica: cunflittu di intaressi travestitu in lotta di principi
Ambrose Bierce
quandu cresceraghju, vogliu diventà un zitellucciu
Joseph Heller
quandu eu cridiu di avè amparatu à campà, aviu amparatu à more
Leonardo da Vinci
quandu i missiunarii sbarconu quì, li africani avìani a tarra è i missiunarii avìani u Vangelu. Ci ani insignatu à prigà à ochji chjusi. Quandu l\'avemi aparti, eddi ci avìani a tarra è noi u Vangelu
Jomo Kenyatta
quandu un guvernu dipenda da i banchieri pà i soldi, quissi quì è micca i capiguverni cuntrollanu a situazioni. A manu chì dà hè sopra à a manu chì ricevi. U soldu ùn hà patria è i finanzieri ùn anu nè patriottisimu ne rispettu; u so solu scopu hè u prufittu
Napoleon Bonaparte
quante vite ind\' una vita, quanti omi ind\' un omu
Giovanni Papini
quantu valarà à campà, quandu ùn si morerà più?
Elias Canetti
quidda ispirazzioni nova, senza a quali, traducia vo solu dì parafrasà indè un\' antra lingua
Fernando Pessoa
quiddu innamuratu di sè stessu t\'ha digià st\'avantaghju quì: ùn scuntrarà micca assai rivali
Georg Christoph Lichtenberg
sareti voi madamicella Smith, a figliola di u banchieri Smith, u multimilliunariu ? No ? Tandu, mi scusareti chi una stonda mi so pinsatu d\'essa inamuratu di voi
Groucho Marx
schiavu hè quiddu chì aspetta chì calchissia venga à liberallu
Ezra Pound
scriva, è sempri incatagnà calcosa in modu ch\'edda sia scuparta
Italo Calvino
se dicissi eu ciò chi pensu da veru, m\'arristerìani o mi chjuderìani ind\'una casamatta. Aiò ! so siguru ch\'ella è cusì pà tuttu ognunu
Roberto Bolaño
se omu campa abbastanza tempu, ci avideremu chi ogni vittoria si cambiarà in disfatta
Simone de Beauvoir
se tu vedi un banchiere saltà da una finestra, salta daretu à ellu, chi qui ci so i soldi !
Robespierre
semu tre volte più ricchi di i nostri babboni, ma saremu ancu tre volte più felici ?
Tony Blair
semu tutti custretti, pà rende a realità suppurtevule, à mantene in noi qualche piccule pazzie
Marcel Proust
si compia la nostra vita, u ghjornu che no\' stemi zitti à nant\'à l\'affari impurtantissimi
Martin Luther King
si di veda à un scioccu a ti voli sfrancà, prima sciappa u spechju
François Rabelais
si fussimu capacci di unisciaci... quantu beddu è vicinu saria l\'avvena !
Ernesto Che Guevara
si pò avè u linguaghju senza soldi, prupietà, guvernu o matrimoniu, ma ùn si pò micca avè i soldi, a prupietà, u guvernu o u matrimoniu, senza u linguaghju
John Searle
solu hè senza virtù, quellu chì ùn la cerca
Leon Battista Alberti
solu quandu faci abbastanza bughju si ponu veda i steddi
Martin Luther King
solu quiddu chi ùn ha a paura di mora in nomu di a verità hè degnu di dilla
José María Vargas Vila
sta vita è un spidali induva ogni malatu t\'ha a brama di cambià di lettu
Charles Baudelaire
storia: un resucontu anzituttu falsu di avenimenti anzituttu senza impurtanza, pruvucati da capimachji anzituttu furdani e da suldati anzituttu scimiti
Ambrose Bierce
s\'è si permette qualcosa, diventa suppurtevule, è pocu tempu dopu ancu nurmale
Israel Zangwill
s\'è tu voli diventà riccu scrivendu, scriva puri cosi letti da parsoni chì, quand\'eddi leghjini, movani i labri
Don Marquis
s\'è ùn ti aspetti à l\'inaspitattu, ùn lu scuprarè micca, sfughjevuli è imprubabili cum\'eddu hè
Heraclitus
s\'è voli fà rida à Diu, còntali puri i to prugetti
Blaise Pascal
tanti è tanti sarìani vigliacchi, s\'è solu ne avessini u curaghju
Thomas Fuller
tanti lingui parli, tanti omi vali
Carlo V
tene bè u propiu nemicu (comu ci dici u Vangelu) ùn hè un travagliu pà l\'omu ma piutostu pà l\'agnuli
Jorge Luis Borges
tra dui disgrazii, scelgu sempri quidda ch\' ùn aghju mai pruvata
Mae West
truvarè più ind\'i boschi ch\'ind\'i libri. l\'arburi è i pintoni t\'insignarani affari chì nisun maestru ti diciciarà
Bernard De Clairvaux
u ballò deve sorte da e farmacie e da l\'uffizii finanziari
Zdenek Zeman
u me ghjattu faci ciò chì vurria fà eu, cù menu litteratura
Ennio Flaiano
u monde duvaria rida di più, ma dopu avè magnatu
Mario Moreno (Cantinflas)
u mondu hè destinatu à diventà comicu sempri di più. Hè par quissa chì l\'umuristi sò i veri precursori di a civilità di dumani
Carl William Brown
u novanta per centu di i puliticanti ruinanu a riputazione di l\'altru deci per centu
Henry Alfred Kissinger
u piacè di campà senza pinseru vali u pinseru di campà senza piacè
Sant'Agostino
u prima mitu di u management hè a so esistenza. u sicondu hè chì avè successu equivalga à esse capacci
Robert Heller
u prìncipe hè u prima servu di u so propiu statu
Friedrich der Große
u pueta vale quantu vale a so puesia a più bella
Fernando Pessoa
u puliticu pensa à l\'alizzioni da vena, l\'omu di statu à i generazioni da vena.
Otto von Bismarck
u sinemà, cum\'è a pittura, ci mostra l\'invisibile
Jean-Luc Godard
u soldu hè un bon servu ma un cattivu patrone
Alexander Dumas
u solu modu di mantenasi in forma, è di magnà ciò ch\' ùn vulemu, di bìa ciò ch\' ùn ci piace micca, e di fà ciò chi si prifirìa evità.
Mark Twain
u sport seriu seriu ùn ha nunda à chì vedacù u fair play. Hè colmu d\'odiu è ghjelusia, di montaseghi, d\'indiffarenza pà ogni regula è di piacè sadicu à fighjulà a viulenza. Pà falla corta, hè a guerra senza fucili.
George Orwell
u stintu assassinu è, cum\'è tant\'altri, umanu spùticu. Vannu insemi, omu e morte, omu e crudeltà, omu e sangue.ùn è piaccevule, ma di siguru è cusì
Roberto Bolaño
u tempu hè u megliu di l\'autori: trova sempri una fine parfetta
Charlie Chaplin
u valore veru di un omu sta ind\'a so capacità à liberassi di se stessu
Albert Einstein
u veru puteri sta in manu à quiddu chi cuntrolla i mezi di cumunicazzioni
Licio Gelli
un archeologu è u maritu u megliu che una donna si possi tene. Più invechja edda, pù eddu s\'intaressa...
Agatha Christie
un avucatu è un omu d\'onori chi salva u to patrimoniu da i to nemichi e chi u si tene
Henry Brougham
ùn cerca micca à diventà un omu di successu ma piutostu un omu di valore
Albert Einstein
ùn ci hè nienti à u mondu paragunevuli à a divuzioni di una moglia. hè una cosa chì nisun maritu ne ha la minima idea
Oscar Wilde
ùn ci hè principiu ne fine, solu asiste a passione infinita per la vita
Federico Fellini
un diplumaticu hè un omu chì si ricorda sempre di l\'anniversariu di una donna ma ch\'ùn si ramenta mai di i so anni
Robert Frost
un filosofu hè un cecu chì cerca ind\'una stanza bughja bughja un ghjattu neru chì un ci hè. Un teologu hè quiddu chì riescia à truvaddu
H.L. Mencken
un guvernu hè a sola imbarcazione chì perdi da l\'altu
James Reston
ùn hè altru affari a ghjustizia ch\'è ciò chì cunvena à u più forti
Plato
ùn hè micca vera chì i ghjorni d\'aquate sò i più pessimi: sò i soli ch\'è si po caminà à capu altu ancu s\'e omu pienghje
Jim Morrison
ùn mi dumandeti di essa bravu; dumandetimi solu di cumpurtammi cum\'è si u fussi...
Jules Renard
un omu diventa omu solu imitandu altri omi
Theodor W. Adorno
un omu t\'hà bisognu di fà a so pruvista di sogni
José Saramago
un prighjuneru di guerra è calchissia chi cerca à tumbavvi, ùn ci riesce micca e tandu vi prega di micca tumballu !
Winston Churchill
ùn pudarè mai fà una rivoluzioni pà custruì una demucrazia. Devi avè una demucrazia par fà una rivoluzioni
Gilbert Keith Chesterton
un puliticante deve essa in capacità di dì ciò ch\'ha da accade dumani, u mesi da vena e l\'annu prossimu, po deve spiegà parchì ùn è accadutu
Winston Churchill
un rifurmatori hè quiddu chì naviga ind\'un cundutu à bordu d\'un bateddu à fondu di vetru
James J. Walker
ùn seguita mai a strada ghjà tracciata ch\'edda porta solu duva so ghjunti l\'altri
Alexander Graham Bell
un sinonimu è una parula aduprata quand\'ùn si sà scrive a prima vinuta in mente.
Burt Bacharach
un traditori hè unu chi passa d\'u so partitu à un antru; un cunvertitu, inveci, abbandona quidd\'altru pà scrivasi à u vostru
Georges Clemenceau
ùn vogliu mora pà i me cunvizzioni, chì ponu essa falsi
Bertrand Russell
ùn vutà, serve solu à incuragilli
Anonymous
una cria d\'imprecisione ci evita assai spiegazioni
Clarence Edwin Ayres
una parsona ùn hè cristiana parchì va à a messa, cum\'è una parsona ùn diventa micca vittura s\'edda sta ind\'un parcu
Albert Schweitzer
uniti saremi invincibili; forti saremi se uniti semi
Simon Bolivar
unu di l\'avantaggiu di u piaccè sopr\'à u dulore, è ch\'à u piaccè li pò dì basta !
Ugo Ojetti
un\' attività chi pruduce solu soldi è di pocu valore
Henry Ford
voli ch\'edda sia impussibuli à calchissia opprima u so simuli? Assicurati chì nimu abbia puteri
Mikhail Bakunin
\'paci\' hè quandu nimu spara. \'Paci ghjusta\' hè quand\'è u nostru partitu ha ottinutu ciò ch\'eddu vulìa
Bill Mauldin