Logos Multilingual Portal

Select Language



Isabel Allende(1942)  
È indubbiamente tra le scrittrici latinoamericane più conosciute e lette nel mondo. Nacque nel 1942 a Lima, in Perù, e vive attualmente in California. Nipote del presidente cileno Salvador Allende, visse in Cile fin quando questi, vittima d'un colpo di stato macchinato dal generale Pinochet, fu assassinato nel 1973. Esiliata fino al 1988, si stabilì per tredici anni a Caracas, in Venezuela. Di professione giornalista, partecipò spesso a programmi televisivi, scrisse pezzi teatrali, racconti per l'infanzia e libri umoristici. A quarant'anni, nel 1982, cominciò la sua attività di romanziera con La casa degli spiriti, storia di una famiglia cilena nel corso di tre generazioni, dal quale Bernd Eichinger nel 1993 trasse un film. I suoi romanzi, tradotti in più di venti lingue, sono in maggior parte ispirati al realismo magico di Gabriel García Márquez: da essi traspare un'amara realtà storica ma anche un'incontenibile fantasia. Alle preoccupazioni socio-politiche si mescolano in essi le rivendicazioni femministe e l'interesse al ruolo che la donna riveste in America latina. Tra i libri più conosciuti si ricordino Eva Luna (1987), la raccolta di narrativa breve Racconti di Eva Luna (1988) e Paula (1994), nel quale la scrittrice narra di sua figlia Paula, malata di porfiria e che morì, dopo un anno di coma, nel 1992. Tra i suoi ultimi romanzi, si possono ricordare Afrodita del 1998 e La figlia della fortuna (1999). Sta attualmente lavorando al suo prossimo libro.


links:
 - Isabel Allende web site

az emlékezet mindig egy találkahely