Logos Multilingual Portal

Select Language



Élie Catherine Fréron (1719–1776)

Era un critico e polemico francese.
Nacque a Quimper, in Bretagna, e fu educato dai Gesuiti. Fece dei progressi accademici così rapidi che fu designato professore presso la scuola di Louis-le-Grand prima che compisse vent'anni. Apportò il proprio contributo alle "Observations sur les écrits modernes" del reverendo Guyot Desfontaines. Il fatto che collaborasse con Desfontaines, uno dei nemici più acerrimi di Voltaire, era sufficiente per suscitare l'ostilità più rigida e, sebbene Fréron avesse iniziato la sua carriera come uno dei suoi ammiratori, il suo comportamento nei confronti di Voltaire cambiò presto.
Nel 1746 Fréron fondò un giornale simile a quello di Voltaire, chiamato Lettres de la Comtesse de ... Fu soppresso nel 1749, ma immediatamente lo rimpiazzò con Lettres sur quelques écrits de ce temps, che, ad eccezione di una breve sospensione nel 1752 sulla base di un attacco al carattere di Voltaire, continuò la propria esistenza fino al 1754, quando fu rimpiazzato dal più ambizioso Année littéraire. La sua morte nel 1776 a Parigi si dice fosse stata accelerata dalla soppressione temporanea del suo giornale.
Oggi è ricordato solo per i suoi attacchi a Voltaire e agli Enciclopedici e per la rappresaglia fatta da Voltaire, che, oltre ad attaccare Fréron mediante epigrammi ed anche, casualmente, in alcune delle sue tragedie, diresse nei suoi confronti una satira violenta, "Le Pauvrediable", e lo rese il personaggio principale nella commedia L'Ecossaise, in cui il giornale di Fréron era denominato L'Ane littéraire (L'asino letterario).


a fordító olyan, mint a portréfestő: megszépítheti ugyan a másodpéldányt, de annak mindig hasonlítania kell az eredetire