Logos Multilingual Portal

Select Language

a b c d e f g h i l m n o p q r s t u v x z

... e la brama de diventar siori iera tra le cause dela miseria del Stato
Tacitus
...el solo vero libro, un scritor no ga de inventarselo nel vero senso dela parola, perch?l esisti za dentro de ognidun de noi e ghe basta tradurlo. El dover e\'l lavor de un scritor xe quei de un tradutor
Marcel Proust
...fora dela finestra el varda la vita dela gente e\'l sa che\'l xe taià fora, però no\'l se ciol la vita perchè un fiatin de fede ghe disi che\'l ga de soportar sta soferenza fin ala fine, sta tremenda soferenza che rapresenta quel che, ala fine, doverà morir
Hermann Hesse
a ben vardar no ghe xe gnente de più difizile che riconosser un mona co\'l tasi
Alonso de Ercilla y Zuñiga
a chi che nassi ghe convien selier sai ben el logo, l\'ano e i genitori
Gesualdo Bufalino
a chi che no sa in che porto \'ndar, el vento no ghe gira mai ben
Lucius Annaeus Seneca
a dar l\'impression de ver bisogno de qualcossa no se ciapa gnente. Per ciapar bori ocori dar l\'impression de esser za siori
Alexander Dumas
a diferenza dele oportunità, le tentazioni ne dà sempre una seconda possibilità
Orlando Aloysius Battista
a gnente xe più difizile resisterghe che a un ninin de adulazion
Arnold Lobel
a lavorar se se noia meno che a divertirse
Charles Baudelaire
a ogni baba ghe piasessi esser fedele; el dificile xe trovar l\'omo giusto per no farghe i corni
Marlene Dietrich
a ogni lingua che mori sparissi un\'imagine del omo
Octavio Paz
a quel che vinzi nissun ghe domanderà se\'l gaveva dito la verità o no. Co\'se fa guera no xe el dirito che conta, ma la vitoria
Adolf Hitler
a tuti ghe piasessi viver sai, ma a nissun esser vecio
Benjamin Franklin
a viver tropo, te se inacorzerà che ogni vitoria se trasforma in t\'una sconfita
Simone de Beauvoir
adulto? mai
Pier Paolo Pasolini
ah, le babe... un gnente le atira, un complimento le fa scampar
Raymond Quatorze
ai citadini i ghe fa tanto spesso sondagi che oramai no i ga più opinioni
Jean Baudrillard
ai mii tempi no ghe iera best sellers e no se podevimo prostituir. No ghe saria stà nissun a comprar la nostra prostituzion
Jorge Luis Borges
ai nostri filosofi el processo che ga portà del’ameba fin al omo ghe par un ovio progresso, ma chissà se l’ameba la xe dacordo?
Bertrand Russell
al giornalista lo stimola ver una scadenza. Co\'l ga tempo el scrivi pezo
Karl Kraus
al levro sai ghe piasi la polenta. Parola de cogo
Stanislaw Jerzy Lec
al momento, a parte el tabaco, el alcol e la television, la più parte dele droghe le xe proibide, epur i nostri fioi riva sempre a trovarle a ogni canton de scola
Manu Chao
al mondo ghe xe solo una roba pezo che la gente parli de ti: che NO la parli de ti
Oscar Wilde
al robar, mazar e rapinar i ghe ciama ipocritamente \'governo\', e indove che i ga fato tera brusada i ghe ciama \'pase\'
Tacitus
al sai ghe manca e al poco ghe vanza
Anonymous
al tuo avocato contighela giusta... po\' sarà lavor suo incasinar tuto quanto
Anonymous
al ventesimo secolo se ghe pol perdonar tuto, anche le dò guere mondiali e quele dopo, anche le sfilate de moda e le corse de formula uno, ma no el pecato de verghe sacrificà el cine ala television
Luigi Pintor
ametemo pur che la libertà xe un conceto bastanza vago. Ma la sua mancanza no
Rodrigo Rey Rosa
amor mio: maniera comune de ciamar qualchedun del altro sesso co\' no se ga ben presente come che\'l se ciama
Oliver Herford
amor xe quela roba che ghe capita a un omo e una baba che no se conossi
William Somerset Maugham
anche la natura umana la me ga deluso, cussì go deciso de lassar perder: la me pareva tropo simile ala mia
J.P. Donleavy
anche nel sport se ga de conviver cola mafia?
Carlo Cattaneo
ancora no se ga capì che solo col divertimento, cola passion e col rider se riva a una vera cressita cultural
Dario Fo
andemo... l\'albo dei giornalisti, ma feme rider! Un\'idea de pedanti, de professori blaga, de giornalisti voio-e-no-posso, de gente che no vol lassar che i altri pensi cola sua testa. Sto albo xe un ridicolo controsenso, el xe imorale per volerghe meter limiti a quel che no ga e no ga de ver limiti, l\'esprimer liberamente quel che se pensa
Luigi Einaudi
ara ti che fortuna pei governanti, che i omini no pensi
Adolf Hitler
arte xe un martel per pestar el mondo, no un specio per rifleterlo
Vladimir Majakovskij
AVISO: le Autorità Sanitarie le pol esser gravemente pericolose per la salute
Ana López
avocato: un che ne protegi dei ladri fazendoghe sparir la tentazion
H.L. Mencken
avocato: un complice che no cori nissun ris\'cio
Anónimo
basta che te ghe buti dentro un pèr de euri, e la gente nuderà in tela merda
Peter Sellers
basta droga nel sport: cavemo i controli!
Anonymous
basta un ragio de sol per scancelar milioni de ombre
San Francesco d'Assisi
beato chi che no se speta gratitudine, no\'l sarà deluso
W.C. Bennett
beato chi che ridi de sistesso, no ghe mancherà mai de cossa divertirse
Habib Bourguiba
Berlusconi xe una de quele malatie che se cura cola vacinazion. Per guarirse de Berlusconi ocori una bona iniezion de Berlusconi
Indro Montanelli
bigamia xe ver un marì de tropo. Monogamia xe la stessa roba
Erica Jong
bisogna esser infedeli ma mai sleali
Gabriel García Márquez
bisogna sempre zogar neto - co\' se ga le carte bone
Oscar Wilde
bon Nadal, bona fine e bon prinzipio
Anonymous
cara democrazia, torna casa che no xe tropo tardi
Ivano Fossati
castità: la più inatural dele perversioni sessuali
Aldous Huxley
che esisti un disopcupà xe una negazion del dirito de viver pezo che la morte stessa
José Ortega y Gasset
che facile che xe scriver dificile
Eugenio Colorni
che i omini no i se impari sai dele lezioni dela storia xe la più importante de tute le lezioni dela storia
Aldous Huxley
che la fine giustifichi i mezi? Grazie, Moggi
Anonimo
che tuti i omini gabi de esser fradei xe el sogno de chi che no ga fradei
Charles Chincholles
chi che credi che la cressita esponenzial la possi \'ndar vanti per sempre in t\'un mondo finito, o xe un ciapà dele strighe o xe un economista
Kenneth Boulding
chi che miliora el suo stile rafina el lavor del suo pensier
Friedrich Wilhelm Nietzsche
chi che no castiga el mal, comanda che se lo fazi
Leonardo da Vinci
chi che no domanda gnente xe quel che se speta tuto
Jean Rostand
chi che no parla altre lingue no sa un tubo dela sua
Johann Wolfgang von Goethe
chi che no ridi mai no xe serio
Pierre Dac
chi che se vol meter in viagio per le stele, meo che no\'l se vardi in giro in zerca de compagnia
Christian Friedrich Hebbel
chi che ubidissi xe quasi sempre meo de chi che comanda
Ernest Renan
chi che varda i sui propi difeti no vedi quei dei altri
Ali ibn Abi Talib
chi che vivi esteticamente vivi solo nel momento
Søren Kierkegaard
chi che xe bon de tignirse la capacità de riconosser la beleza no diventerà mai vecio
Franz Kafka
chi che xe inamorà de sistesso, in sto suo amor ga per lo meno la fortuna che no\'l gaverà sai rivali
Georg Christoph Lichtenberg
chi pol contestar che l\'ambiente natural sia stà distruto?
Günter Grass
chi xe povero, se qualchedun ghe vol ben?
Oscar Wilde
chissà coss\' che gavessi scoperto Colombo se no se gavessi messo de mezo l\'America
Stanislaw Jerzy Lec
ciamo omo un che xe paron dela sua lingua
Don Lorenzo Milani
cinico: un bastardo che per via de un difeto de vista el vedi le robe come che le xe inveze che come che le dovessi esser
Ambrose Bierce
co l\'omo no\'l ga più fredo, fame e paura, el taca a lagnar
Ennio Flaiano
co tirè zo monumenti salvè i basamenti. Se li pol sempre tornar doprar
Stanislaw Jerzy Lec
coerenza vol che semo ignoranti desso come che ierimo un ano fa
Bernard Berenson
coi bori te pol ver tuto, i disi. Bale! Te pol comprarte de magnar ma no l\'apetito; le medizine ma no la salute; i stramazi morbidi ma no el sono; el saver ma no el capir; l\'aparenza ma no el star ben; el divertimento ma no el piazer; le conossenze ma no l\'amicizia; i servi ma no la fedeltà; i cavei grisi ma no la rispetabilità; un pèr de giorni tranquili ma no la pase. Coi bori te rivi a ver la scorza de ogni roba, ma no el fruto. Quel coi bori no se lo compra
Arne Garborg
col tempo go fato un acordo de coesistenza pacifica: lu no\'l me cori drio a mi, mi no scampo via de lu, e un giorno se incontraremo
Mario Lago
cola morale indrizemo i sbali dei nostri istinti, e col amor i sbali dela morale
José Ortega y Gasset
cola vita come che la xe, vien voia de vendicarse
Paul Gauguin
comandar no vol dir dominar, ma far el propio dover
Lucius Annaeus Seneca
come corpo ognidun xe individual, come anima mai
Hermann Hesse
come i pulisi anche i pensieri salta de omo in omo, però no i beca tuti
Stanislaw Jerzy Lec
complicar el semplice, quel sa far tuti; semplificar el complicato, farlo sai semplice, quel xe creatività
Charles Mingus
comunque no se pol dir che la civiltà no progredissi, visto che in ogni guera i te maza in t\'una manira nova
Will Rogers
consenso xe co\' tuti xe dacordo de dir coletivamente qualcossa che nissun personalmente ghe credi
Abba Eban
considero una barbarie qualunque ofesa che se ghe fazi a un essere umano per via che’l ghe pertien a un’altro popolo o a un’altra classe, che’l parla un’altra lingua o che’l prega un altro Dio
Ludoviko Zamenhof
console: in politica americana, un che, no vendo vù un lavor de parte dei eletori, ghe lo dà el governo a pato che el abandoni el Paese
Ambrose Bierce
contar bale xe una parte indispensabile del render soportabile la vita
Bergen Evans
convertir teren agricolo produtivo in teren per produr alimenti che po\' se brusa come biocarburante xe un crimine contro l\'umanità
Jean Ziegler
cossa clona de più, la genetica o la television?
Anónimo
cossa ghe vol per scriver un libro? Dura xe legerlo
Gesualdo Bufalino
cossa ghe xe de più bel per un popolo che no la lingua dei sui antenati?
Johann Gottfried von Herder
cossa me frega a mi dei posteri? Cossa ga fato i posteri per mi?
Groucho Marx
cossa servi viver co\' no ghe xe el coragio de lotar?
Giuseppe Fava
cossa terminerà prima, l\'aria o el petrolio?
Anónimo
cossa xe l\'arte? Prostituzion
Charles Baudelaire
cossa xe rapinar una banca, vizin de verzerghene una?
Bertolt Brecht
co\' cresso voio diventar un muleto
Joseph Heller
co\' dò de lori che colabora xe sempre dacordo, un dei dò vanza
William Wrigley Jr.
co\' el dotor Johnson ga definì el patriotismo come l\'ultimo rifugio de un fiol d\'un can, no\'l conosseva le enormi possibilità dela parola \'riforma\'
Roscoe Conkling
co\' ghe xe sai bisogno, ghe xe anche chi che xe disposto a crederghe a qualunque roba
Arnold Lobel
co\' i altri me dà ragion go sempre come l\'impression de ver torto
Oscar Wilde
co\' iero muleto i me contava che qualsiasidun pol diventar presidente. Desso comincio a crederghe
Clarence Darrow
co\' iero più giovine rivavo a ricordarme tuto, indiferente che fussi nato per bon o no
Mark Twain
co\' la gente xe libera de far come che ghe par, de solito i se va drio un col\'altro
Eric Hoffer
co\' la lingua xe corota, la gente no ghe credi più a quel che la senti, e questo ciama violenza
Wystan Hugh Auden
co\' la ne bati ben i nostri amici ne conossi; co\' la ne bati mal semo noi che li conossemo a lori
John Churton Collins
co\' la stampa la xe libera e tuti sa leger, xe tuto a posto
Thomas Jefferson
co\' la virtù la ga dormì ben, la se dismissia tuta imborezada
Friedrich Wilhelm Nietzsche
co\' le xe nate, le grande banche carigade de titoli nazionali no iera che associazioni de speculatori privati che se meteva coi governi...
Karl Marx
co\' mori l\'infanzia i sui cadaveri se ciama \'adulti\' e i se inserissi in tela società, che xe una dele maniere piú gentili de ciamar l\'inferno. Xe per questo che i fioi ne fa paura anche se ghe volemo ben: i ne mostra che in vaca che semo \'ndai
Brian Aldiss
co\' parla le armi le legi tasi
Marcus Tullius Cicero
co\' per far un lavor basta un che se meti de impegno, el stesso lavor fato in dò xe pezo, e in tre o più xe dificile che se lo fazi
George Washington
co\' se trata de questioni de cossienza le ragioni dela magioranza no esisti
Mohandas Karamchad Gandhi
co\' se xe inteligenti costa sai esser sinceri. Come esser onesti co\' se xe ambiziosi
Fernando Pessoa
co\' sento la fola che aplaudi un omo me fa pecà per lu. Per farse fis\'ciar no\'l ga che de viver bastanza
H.L. Mencken
co\' te salti dela contenteza, ocio che nel fratempo nissun no te cavi la tera de soto i pie
Stanislaw Jerzy Lec
co\' te scuminzi a trovarte dela parte dela magioranza xe ora de fermarte un momento a pensarghe su
Mark Twain
co\' tuti quanti la pensa preciso, no xe che nissun pensi sai
Walter Lippmann
co\' un popolo no ga più coragio de difender la sua lingua, el xe pronto per la schiavitù
Remy de Gourmont
co\' un se indormenza el se dismentiga de sistesso. E po\' co\'l se dismissia el se ricorda
Jorge Luis Borges
co\' un se pretendi de saver coss\' che xe la felicità, sicuro che\'l la ga persa
Maurice Maeterlinck
co\' un sienziato ilustre ma vecio sostien che una roba xe possibile, quasi sicuro che\'l ga ragion. Co\'l sostien che una roba xe impossibile, sai fazile che\'l gabi torto
Arthur C. Clarke
co\'un omo vol mazar una tigre, se ciama sport; co\' una tigre vol mazar un omo, se ciama ferocia
George Bernard Shaw
co’ che davo de magnar ai poveri i me dava del santo. Co’ domandavo perchè che i poveri no gaveva cossa magnar, i me dava del comunista
Hélder Câmara
co’ scrivo no posso propio bazilar drio dei tradutori: se cominceria cussì finiria per scriver in t’un’insulsa lingua universal, piata, senza odor nè gusto de gnente
Günter Grass
credeghe a tuto quel che i ve conta sula gente: no ghe xe gnente de tanto laido che\'l sia impossibile
Honoré de Balzac
credemo de esser un Paese e la verità xe che semo pena un paesagio
Nicanor Parra
creder nel progresso no vol dir creder che un progresso sia stà za fato
Franz Kafka
credo che col tempo se meriteremo che no ghe sia più governi
Jorge Luis Borges
credo che per tradur un testo come che idio comanda ocori capirlo, e che per capirlo ocori ver vissudo nel mondo e ver vudo cossa far col mondo reale; no xe solo question de trapolar cole parole
Douglas Hofstadter
credo fermamente che la rivoluzion sia la fonte del dirito
Fidel Castro
Cristo xe morto pei nostri pecati. Gaveremo forsi coragio de render inutile sto martirio no pecando più?
Jules Feiffer
cultura no xe leger sai, e gnanca saver sai; xe conosser sai
Fernando Pessoa
cultura xe quel che resta in tel omo dopo che el se ga dismentigà tuto
Edouard Herriot
cussì come che no me son preocupà de nasser, cussì no me preocupo de morir
Federico García Lorca
cussí scoprimo una verità semplice e dopia: primo, che semo una comunità de popoli che parla la stessa lingua e secondo, che parlarla xe un modo fra i tanti de esser omini
Octavio Paz
de qualunque roba se pol esser a sinistra, fora che del bon senso
Enzo Biagi
de solito digo sempre quel che penso. Ma ogigiorno xe un grave sbalio perchè un ris\'cia de vignir stracapì
Oscar Wilde
de solito le robe tremende che se fa cola scusa che el progresso le richiedi no le ga gnente cossa far col progresso ma le xe solo che robe tremende
Russell Baker
de tute le aberazioni sessuali, la castità xe senz\'altro la più balorda
Remy de Gourmont
de tute le malore che impesta l\'umanità, la pezo xe la tirania dei preti
Daniel Defoe
de un grando omo se ga sempre qualcossa de impararse, anche quando che el tasi
Lucius Annaeus Seneca
de ver un amico no xe roba che tuti pol gloriarse
Antoine de Saint-Exupéry
definir una parola xe come ciapar a volo una farfala
Aurélio Buarque de Holanda Ferreira
dèi, no stè doprar parole ordinarie. Le disi cussì poco
Oscar Wilde
dele monade che se fa de giovini, quel che me dispiasi no xe de verle fate, ma de no poderle far più
Pierre Benoit
democrazia vol dir selzer ti i tui ditatori dopo che i te ga dito quel che te credi de voler sentir
Alan Coren
democrazia xe el nome che ghe demo al popolo co\'l ne servi
Robert de Flers
desso vedo el segreto per far l\'omo ideale: cresser al\'aria libera e magnar e dormir cola tera
Walt Whitman
dificile dir coss’ che xe più pericoloso, se un nemico cole intenzioni più cative o un amico cole più bone
Lord Lytton
dificile far un lavor impecabile e nel stesso tempo disprezar el tuo mestier
Milan Kundera
digitale vol dir velocità, eficenza. Ma la carta, quel xe godimento
Giuseppe Annoscia
dimostrar che go ragion saria come riconosser che podessi ver torto
Pierre Caron de Beaumarchais
dir amicizia xe come dir capirse perfetamente, fidarse subito e ricordarse per tanto tempo; in una parola, fedeltà
Gabriela Mistral
dirghe de sì a tuto e a tuti xe come no esister
Tahar Ben Jelloun
distrarse vol dir quasi sempre cambiar maniera de noiarse
Charles Régismanset
divorziar perchè no te ghe vol ben a un omo xe de mone come sposarlo per amor
Zsa Zsa Gabor
dò robe me fa meravilia: l\'inteligenza dele bestie e la bestialità dei omini
Flora Tristán
doman co\' sarò morto, no ste pianzer per mi; no sarò soto tera, mi son vento de libertà
Ernesto Che Guevara
domandite se te son felice, e la felicità te passa
John Stuart Mill
dopo Auschwitz scriver una poesia xe una roba barbara
Theodor W. Adorno
dopo che\'l xe \'ndà in television per tre volte, ogni coion co\' i lo intervista el disi la sua e anche quela dei altri
Enzo Biagi
dovemo esser modesti e ricordarse che i altri ne xe inferiori
Oscar Wilde
dovemo zercar fini pacifici con mezi pacifici
Martin Luther King
do\' te va, Ivan? - A Minsk. - Bale, Ivan! Te me disi che te va a Minsk ciò che mi penso che te va a Mosca, e inveze te va propio a Minsk. Te me conti bale, Ivan!
Jorge Luis Borges
drio come che usa esser i pari, raro che no ver pare sia una disgrazia; e drio come che se comporta i fioi, xe anca raro che sia una disgrazia no ver fioi
Lord Chesterfield
drio man nassi fati a incasinarne le teorie
Carlo Dossi
drogarse xe pel atleta quel che contar bale e robar xe pel politico: dificile de evitar
Anónimo
dubitar de sistessi xe el primo segno de inteligenza
Ugo Ojetti
dura cussì poco l\'amor, e cussì tanto la dimenticanza...
Pablo Neruda
e la gente ga meno scrupolo a ofender un che se fa voler ben, che no un che sa far paura
Niccolò Machiavelli
e per zonta internet xe un vero assassin dela pluralità dele lingue
Dieter Wunderlich
e perciò che no i ghe li robi... i bori i ghe li dà ale banche
Anónimo
e po’ xe vignù el progresso a distruger tuto, perchè se la guera la ga distruto robe, el progresso el ga distruto el nostro modo de viver
Bruno Ugolotti
egoismo no xe viver come che ne par ben a noi, ma pretender che i altri vivi come che ne par ben a noi
Oscar Wilde
el amor xe eterno finchè che el dura
Henri de Régnier
el bel dela guera xe che ogni capo de assassini se fa benedir le bandiere e invoca solenemente sior Idio vanti de \'ndar a sterminar el suo prossimo
Voltaire
el ben no se lo pol sconfiger, el mal sì
Rabindranath Tagore
el ben publico xe la soma de tante malore private
Anatole France
el bruto de esser puntuali xe che no ghe xe nissun là che te lo apreza
Franklin P. Jones
el bruto xe che la generosità pol anche esser un bon afar
Ugo Ojetti
el capitalismo xe el pezo nemico del\'umanità
Evo Morales
el cine, come la pitura, mostra l\'invisibile
Jean-Luc Godard
el consilio zercà de solito no piasi, e quel no zercà xe palesemente un\'insolenza
Samuel Johnson
el culto dela perfezion porta sempre a preferir la mistificazion pitosto che la s\'ceteza
Paul Ariès
el debito publico xe bastanza grando de rangiarse solo
Ronald Reagan
el destin de un popolo dipendi dele condizioni dela sua gramatica. No esisti nissuna granda nazion senza propietà de linguagio
Fernando Pessoa
el discorso ghe pertien a chi che parla come che a chi che scolta, fifti fifti
Michel de Montaigne
el dissenso xe la forma più alta de patriotismo
Thomas Jefferson
el divorzio, qualunque divorzio, xe un bieco messo sora qualcossa terminà malamente. La batalia pel divorzio xe una batalia de retrovia. Xe contro el matrimonio che bisogna baterse
Luciano Bianciardi
el dover no xe quel che se spetemo che fazi i altri
Oscar Wilde
el fàssino: un modo de sentirse risponder de sì senza gnanche ver domandà gnente de esplicito
Albert Camus
el fine pol anche giustificar i mezi, almeno finché ghe xe qualcossa che giustifica el fine
Leon Trotsky
el fine vien dei mezi come che l\'albero vien del fruto
Mohandas Karamchad Gandhi
el foresto xe dentro de noi. Co\' scampemo del foresto o se patufemo con lu, xe lota col nostro inconsio
Julia Kristeva
el futbol ga de sparir dele farmacie e dei ufici finanziari
Zdenek Zeman
el futbol scuminza a esser una bala sai ben contada de radio e television
Jorge Valdano
el futuro dei fioi xe sempre ogi. Doman xe tropo tardi
Gabriela Mistral
el futuro ghe pertien a quei che riva veder le possibilità vanti che le diventi ovie
Theodore Levitt
el futuro xe el solo tipo de propietà che i paroni ghe concedi de bon grado ai servi
Albert Camus
el galo canta perfin la matina del giorno che\'l finissi in pignata
Stanislaw Jerzy Lec
el giornalismo no xe che l\'arte de impinir un spazio bianco
Rebecca West
el gran merito dela società xe che la ne fa aprezar la solitudine
Charles Chincholles
el lavor dei omini de cultura, ogi sopratuto, xe quel de seminar dubi, no de ingrumar certeze
Norberto Bobbio
el lavor ne tira via le nostre tre grande disgrazie: la noia, el vizio e el bisogno
Voltaire
el lavor scurta le giornade e slonga la vita
Denis Diderot
el lavor xe el rifugio de quei che no ga de meio cossa far
Oscar Wilde
el libro che no se riva leger una seconda volta no merita legerlo gnanca la prima
José Luis Martín Descalzo
el libro sarà la salveza del\'umanità
Voltaire
el libro xe una dele ocasioni de contenteza che gavemo noi omini
Jorge Luis Borges
el livel de civiltà de una società se lo pol valutar butando l\'ocio in tele sue presoni
Fedor Michailovich Dostoevski
el lusso fa calar la richeza e cresser la miseria
Denis Diderot
el maestro de lingua più sicuro xe el uso
Quintilianus
el magnar più pericoloso xe la torta de noze
James Thurber
el matìo xe raro tra le persone, ma in grupi, nazioni e epoche el xe la regola
Friedrich Wilhelm Nietzsche
el matìo xe una condizion umana. In noi el matìo esisti e xe là come che xe la ragion. El problema xe che la società, per poderse dir civile, la dovessi acetar sia la ragion che el matìo
Franco Basaglia
el matrimonio xe come i funghi: tropo tardi se inacorzemo se i iera boni o velenosi
Woody Allen
el matrimonio xe la principale causa del divorzi
Groucho Marx
el meo argomento contro la democrazia xe bater dò ciacole per zinque minuti col eletor medio
Winston Churchill
el meo de tanti romanzi de fantasia xe l\'aviso che i personagi xe del tuto imaginari
Franklin Pierce Adams
el meo del futuro xe che el riva solo che un giorno ala volta
Abraham Lincoln
el meo dela vita no xe de zercarlo, xe de trovarlo
Anonymous
el mercato xe un logo indove che i omini xe liberi de imbroiarse un col altro
Anacharsis
el mio futuro el scuminzia ogni matina co’ me dismissio... Ogni giorno trovo qualcossa de creativo de far dela mia vita
Miles Davis
el mondo no xe vero, ma el xe reale
Fernando Pessoa
el novanta perzento dei politici ghe rovina la reputazion al diese perzento che resta
Henry Alfred Kissinger
el passato xe un prologo
William Shakespeare
el passo più importante in tel impararse xe el reciproco amor tra chi che impara e chi che se impara
Desiderius Erasmus von Rotterdam
el pecato più grando xe quel de esser nati
Samuel Beckett
el pensier mori in boca
Nicanor Parra
el pensier va indrio, le robe vien vanti
Nina Ivanoff
el pensier xe sempre un granel de sabia in tele riode dela machina dei paroni
Bruno Arpaia
el piazer più solido de sta vita xe el piazer incorporeo dele ilusioni
Giacomo Leopardi
el più grando ostacolo a capir un\'opera d\'arte xe volerla capir
Bruno Munari
el poeta val quel che val el suo poema più bel
Fernando Pessoa
el poeta xe come el principe dei nuvoli che vivi nela tempesta tropo in su pel arcier; ma po\', esilià in tera e remenà de tuti, cole sue ale de gigante no\'l riva gnanca a caminar
Charles Baudelaire
el politico devi esser bon de predir quel che nasserà doman, sta altra stimana, sto altro mese, sto altro ano. E po\' el devi anche esser bon de spiegar perchè che no xe sucesso
Winston Churchill
el politico pensa ale prossime elezioni, l\'omo de stato ale prossime generazioni
Otto von Bismarck
el politico xe un equilibrista: el se tien in bilico disendo el contrario de quel che\'l fa
Maurice Barrès
el portava alta la sua bandiera... cussì almeno no ghe tocava vederla
Stanislaw Jerzy Lec
el primo mito del management xe che el esisti. El secondo xe che sucesso xe uguale a abilità
Robert Heller
el primo obietivo de un educator xe quel de formar autodidati
Daniel De Montmollin
el primo requisito de un statista xe che\'l sia insempià. No xe sempre fazile
Dean Acheson
el primo sintomo dela morte xe la nassita
Stanislaw Jerzy Lec
el problema con sto Paese xe che ghe xe tropi politici che credi, con una convinzion basada sul\'esperienza, che se possi inzinganar tuti quanti per tuto el tempo
Franklin Pierce Adams
el problema del capitalismo xe i capitalisti che, quasi sempre sai bravi dentro dela sua dita, fora i xe spesso mone come bucai, e zerte volte anca pezo
Indro Montanelli
el problema del mondo xe che i mone xe assolutamente sicuri e i inteligenti inveze xe pieni de dubi
Bertrand Russell
el progresso del saver xe possibile perché se podemo basar sul lavor dei grandi geni che xe vignudi prima de noi
Margherita Hack
el ricordo dela contenteza no xe più contenteza; el ricordo del dolor xe ancora dolor
Lord Byron
el scandalo scuminzia co\' la polizia lo termina
Karl Kraus
el scopo xe partir
Giuseppe Ungaretti
el segreto del sucesso xe la sincerità. Una volta che te rivi simularla, xe fata!
Arthur Bloch
el segreto del sucesso xe nel\'onestà e nela coreteza. Se te rivi a far finta de verle, te ghe son rivà
Groucho Marx
el segreto dela felicità xe de cederghe ale tentazioni
Oscar Wilde
el socialismo pol solo che rivar in bicicleta
José Antonio Viera Gallo
el solo piazer al mondo xe scominziar. Viver xe bel perchè viver xe scominziar, sempre, in ogni momento
Cesare Pavese
el solo tirano che posso acetar xe quela \'voseta fina fina\' dentro de mi
Mohandas Karamchad Gandhi
el soriso xe la distanza più curta tra dò persone
Víctor Borge
el sport vero no ga gnente cossa spartir cola coreteza. El xe fisso de odio, gelosia, cagoneria, sprezo dele regole e del piazer sadico de vardar la violenza. Come dir: a parte tirar sula gente, xe come la guera
George Orwell
el svilupo sostignibile xe come l\'inferno, pavimentà de bone intenzioni
Serge Latouche
el svilupo xe come una stela morta de che ancora intivemo la luce anche se la se ga distudà de tanto tempo e per sempre
Gilbert Rist
el svilupo xe un viagio per mar con più naufraghi che passegeri
Eduardo Galeano
el verbo leger no soporta l’imperativo; come altri verbi tipo amar e sognar
Daniel Pennac
el vero poter xe in tele man de chi che controla i media
Licio Gelli
el vero scopo del\'esistenza xe de meter dacordo la splendida opinion che gavemo de noi stessi cole robe orende che i altri pensa de noi
Quentin Crisp
el vero specio dele nostre parole xe el corso dela nostra vita
Michel de Montaigne
el vero valor de un essere umano se vedi de che bravo che el xe de liberarse de sistesso
Albert Einstein
el vin ghe fa grave dano ala salute (mentale) de chi che no lo bevi
Anónimo
el viz dela matematica la xe propio la sua libertà
Georg Cantor
el vizio xe una cratura tanto bruta che più che te lo vardi, più el te piasi
Finley Peter Dunne
eresia xe solo che un\'altra maniera de ciamar la libertà de pensier
Graham Greene
eretico xe chi che impiza el fogo, no chi che ghe brusa dentro
William Shakespeare
esisti parole che no se dovessi doprar che una volta sola
François-René de Chateaubriand
essenzialmente tirar fora bori del gnente come che fa le banche xe la stessa roba che stampar moneda falsa, quel che cambia xe solo chi che ghe ne guadagna
Maurice Allais
esser baba xe tremendamente difizile, perché vol dir sopratuto ver cossa far coi omini
Joseph Conrad
esser giovini e no esser rivoluzionari xe una contradizion perfin biologica
Salvador Allende
esser in politica xe come far l\'alenador de futbol: ocori esser bastanza furbi de capir el giogo e bastanza mone de pensar che\'l sia importante
Eugene Joseph McCarthy
esser inamorai del lavor che se fa xe la roba reale più vizina ala felicità su sta tera
Rita Levi Montalcini
esser servi tante volte no xe una violenza del paron, ma una tentazion del servo
Indro Montanelli
far turismo xe \'ndar zercar sai lontan la voia de tornar casa
George Elgozy
fazile che el solo logo indove che un omo pol sentirse per bon sicuro sia una preson de massima sicureza, a parte la spada de Damocle de una possibile liberazion
Germaine Greer
fazile xe scriver le propie memorie, co\' se ga cativa memoria
Arthur Schnitzler
fè monade, ma fele con entusiasmo
Colette
fè silenzio, ostia! Su la man quei che vol resussitar, e un passo avanti quei che vol tornar giovini!
Nicanor Parra
fedeltà xe co\' l\'amor xe più forte del istinto
Paul Carvel
felice no xe quel che la fortuna no ghe pol più dar, xe quel che la fortuna no ghe pol più cavar
Francisco de Quevedo y Villegas
felicità xe \'ndar dacordo con sistessi
Luis Buñuel
fin a che i omini venererà i Cesari e i Napoleoni, i Cesari e i Napoleoni tornerà puntualmente a vignir fora e li farà patir
Aldous Huxley
fin \'desso, la morte la xe stada la roba più solida che la vita la gabi inventado
Emil Cioran
finatantochè el color dela pele de un gaverà più importanza del color dei sui oci - sarà guera per tuto
Bob Marley
fintantochè la gente aceterà maroca, meriterà procurarghela
Dick Cavett
fintantochè la gente continuerà a veder la guera come una roba maligna, la gaverà sempre un suo fassino. Co\' i la vederà come una roba volgare, alora no la sarà più popolare
Oscar Wilde
forsi che ogi el scopo no xe più de scoprir quel che semo, ma de rifiutar quel che semo
Michel Foucault
fortuna che xe rivà Bush a difender la democrazia
Anónimo
fortunai i dotori! I sui sucessi risplendi al sol, e i sui erori se li sepelissi soto tera
Michel de Montaigne
ga senso la pena de morte tra condanai a morir?
Anónimo
gavemo globalizà el circo ma no el pan
Anónimo
gavemo tuti un\'origine comune: semo tuti fioi del\'evoluzion del universo, del\'evoluzion dele stele, quindi semo per bon tuti fradei
Margherita Hack
genio militar xe una contradizion in termini
Groucho Marx
ghe credemo solo a quel che vedemo coi nostri oci. E quindi de quando che ghe xe la television ghe credemo a tuto
Dieter Hildebrandt
ghe vol lassarghe el passo ale nove generazioni, tanto le se lo ciol comunque
Luciano Lama
ghe vol lotar contro una lingua perciò che no la te imponi le sue formule, le sue frasi fate, le sue maniere, insoma tuto quel che fa un scritor kibez
Julio Cortázar
ghe xe al mondo solo che una roba che no imbroia mai: le aparenze
Ugo Bernasconi
ghe xe comunisti che disi che se un no xe comunista alora el xe fassista. Xe altretanto incomprensibile come dir che no esser catolico vol dir esser mormon
Jorge Luis Borges
ghe xe dò tipi de television: quela inteligente, che fa zitadini dificili de comandar, e quela mona, che fa zitadini facili de comandar
Jean Guéhenno
ghe xe fiori per tuto, per chi che ga voia de vederli
Henri Matisse
ghe xe gente tanto povera, che la ga solo che soldi
Anonymous
ghe xe giornalisti onesti cussì come che ghe xe politici onesti: una volta comprai, i resta comprai
William Moyers
ghe xe ocasioni, loghi e contesti dove che la violenza, e quindi anche l\'assassinio (la violenza più granda che ghe sia), no podessi diventar più concreti, atuali, reali
Roberto Bolaño
ghe xe porte sul mar che se verzi cole parole
Rafael Alberti
ghe xe qualcossa de tragico nel fato che, pena inventada una machina capace de de rimpiazarlo nel lavor, l\'omo ga comincià a bater fame
Oscar Wilde
ghe xe qualcossa in quel che disemo?
George Steiner
ghe xe quasi sempre dò motivi per quel che se fa: un presentabile e un vero
John Pierpont Morgan
ghe xe sempre un poco de matìo in tel amor. Ma ghe xe anche sempre un poco de comprendonio in tel matìo
Friedrich Wilhelm Nietzsche
ghe xe sempre una maniera giusta; ghe xe sempre una maniera sbaliada. Quela sbaliada la par sempre più ragionevole
George Moore
ghe xe solo che un tipo de sucesso - quela de esser boni de passar la vita come che se preferissi
Christopher Morley
ghe xe solo che un\'avarizia decorosa, quela dele parole
Constancio Vigil
ghe xe sorisi che no xe de contenteza, ma una maniera de pianzer senza darghe dispiazer a nissun
Gabriela Mistral
ghe xe tante legi che nissun pol esser sicuro che no i lo impicherà
Napoleon Bonaparte
ghe xe tante robe che butassimo via se no fussi per paura che le ingrumi qualchedun altro
Oscar Wilde
ghe xe un arma più tremenda dela calunia, e xe la verità
Charles Maurice de Talleyrand-Périgord
ghe xe una maniera de scoprir se un omo xe onesto: domandarghelo. Se el rispondi de sì, te sa subito che\'l xe marzo
Groucho Marx
ghe xe una regola pei politici de tuto\'l mondo: mai dir co\' te son al governo le stesse robe che te disi co\' te son al\'oposizion. Se te provi, po\' te solo che toca realizar qualcossa che altri ga za trovà impossibile
John Galsworthy
ghe xe un\'estasi che segna el colmo dela vita, e e più in su de quel la vita no la pol andar. E xe questo el paradosso de esser vivi, che sta estasi la riva co\' se xe più vivi, e la riva come l\'oblio più totale de esser vivi
Jack London
giornalismo xe darghe difusion a robe che qualchedun no vol che se sapi; el resto xe reclam
Horacio Verbitsky
giustizia xe legalizar le ingiustizie in vigor
Anatole France
gnente ga bisogno de esser riformà come le abitudini dei altri
Mark Twain
gnente ga sai importanza, e se xe per quel poche robe ga importanza comunque
Arthur James Balfour
gnente no dura fora che el cambiamento
Heraclitus
gnente no xe ilegale, se un zento omini de afari decidi de farlo
Andrew Young
gnente rendi più poveri che la cupidigia
Anónimo
gnente xe impossibile per chi che no ghe toca farlo
A.H. Weiler
go amà, son sta amà, el sol me ga carezà el viso. Vita, no te me devi gnente. Vita, semo pari
Amado Nervo
go bisogno che qualchedun gabi bisogno de mi
Anónimo
go bisogno de sentir per mia mama el rispeto che se senti per un ideal
Anne Frank
go sempre pensà che se ghe xe un logo al mondo indove che no esisti raze, quel xe propio l\'Italia: infati le nostre antenate ga vu trope ocasioni de passarsela
Enzo Biagi
go trovà, penso, l\'anel mancante tra le bestie e l\'Homo Sapiens. Semo noi
Konrad Lorenz
gran disgrazia no ver fioi
Euripides
gran parte de quel che ghe ciamemo \'management\' consisti nel farghe feri ala gente che zerca de lavorar
Peter Drucker
guera xe zercar pase spandendo sangue. Pase xe farse guera senza spander sangue
Anonimo
Hollywood xe un logo indove che per un baso i te dà milioni e per l\'anima zinquanta zentesimi
Marilyn Monroe
i americani xe portatori sani de democrazia
Giorgio Gaber
i avocati xe i soli delinquenti comuni per cui se ga necessariamente de s\'celger i giudici tra de lori
Charles Caleb Colton
i avocati xe le sole persone che no se punissi per ignoranza dela lege
Jeremy Bentham
i babuini e le simie antropomorfe no i parla perchè se i parleria i omini li obligassi a lavorar
Antoine Le Grand
i bori sai iuta a soportar la miseria
Alphonse Allais
i bori xe boni servi ma cativi paroni
Alexander Dumas
i bruti libri fa brute abitudini, e le brute abitudini fa bei libri
René Descartes
i confini dela mia lingua marca i confini del mio mondo
Ludwig Wittgenstein
i criminai de ieri xe i siori e paroni de ogi, e i criminai de ogi sarà i siori e paroni de doman
Carl William Brown
i ditatori pol cambiar le legi, ma no le usanze
Jacinto Benavente y Martínez
i dizionari bisogna coregerli in continuazion, come le carte geografiche
Carlo Dossi
i Don Chisiote de ogigiorno i combati coi molini a vento, no più contro
Anónimo
i esseri umani se dividi in tre categorie: quei stanchi de morir, quei scazadi de morir e quei preocupai de morir
Winston Churchill
i fioi no xe mai stai gran che bravi a scoltar i sui veci, però no i ga mai mancà de \'ndarghe drio
James Baldwin
i ga cambià la disposizion dei anei, ma la cadena la xe restada una cadena
Gianni Rodari
i ga svilupà cure per malatie che nissun conosseva
Ronald Reagan
i giornalisti no i ghe credi ale bale che conta i politci, però i le ripeti! Xe ancora pezo!
Coluche
i giorni indimenticabili dela vita de un omo se conta sui dedi de una man. Quei altri xe là solo che per far peso
Ennio Flaiano
i golosi se scava la fossa coi denti
Henri Estienne
i governi no se impara mai. Solo la gente se impara
Milton Friedman
i grandi avenimenti del mondo nassi in tel zervel
Oscar Wilde
i ladri rispeta la propietà; i zerca solo che la propietà diventi SUA propietà per poderla rispetar come che idio comanda
Gilbert Keith Chesterton
i libri ga un suo orgolio: co\' te li impresti no i torna più indrio
Theodor Fontane
i mati verzi le strade indove che po\' camina i savi
Carlo Dossi
i me diseva che un dò morti iera necessari per rivar a un mondo indove che no se mazassi più nissun
Albert Camus
i media xe zogatoli in man dei siori, e i siori li dopra per diventar ancora più siori
Ryszard Kapuściński
i morti xe più che i vivi. E \'ncora i cressi de numero. I vivi xe rari
Eugène Ionesco
i ne ga imparà a creder che quel che xe bel no ga de esser utile, e che quel che xe utile no pol esser bel. Voio provarve che una roba utile pol anche esser bela
Mohandas Karamchad Gandhi
i nostri ricordi xe come schede de archivio consultade e po\' tornade a meter a posto incasinade de autorità fora del nostro controlo
Cyril Connolly
i omini de poche parole xe i meo
William Shakespeare
i omini I dopra le parole solo che per sconder i pensieri
Voltaire
i omini nassi ignoranti, no mone; mone se li fa diventar col\'educazion
Bertrand Russell
i omini no xe ridicoli altro che co\' i vol parer quel che no i xe
Giacomo Leopardi
i omini xe sempre sinceri. Semplicemente i cambia sincerità, tuto qua
Tristan Bernard
i omini, per no poder eliminar morte, miseria e ignoranza, per star ben i ga pensà ben de no pensarghe
Blaise Pascal
i pacifisti xe come agnei che credi che i lupi sia vegetariani
Yves Montand
i pezo problemi de un omo scuminzia co\'l xe in condizioni de far de testa sua
Thomas Henry Huxley
i poderà anche taiar tuti i fiori, ma no i riverà a fermar la primavera
Pablo Neruda
I poeti imaturi imita. I poeti maturi roba
Thomas Stearns Eliot
i poeti xe omini che ga salvà i oci de co\' i iera fioi
Alphonse Daudet
i politici parla pei sui partiti, e i partiti no sbalia, no ga mai sbalià e mai no i sbalierà
Walter Dwight
i popoli indigeni xe la riserva morale del\'umanità
Evo Morales
i poveri va in guera a combater e a crepar pei caprici, pei bori e pel superfluo de quei altri
Plutarch
i ricordi xe sempre un logo dove che se se incontra
Isabel Allende
i sogni se realiza; senza sta possibilità la natura no ne sburtassi a farli
John Updike
i soli bei oci xe quei che te varda con tenereza
Coco Chanel
i specialisti xe gente che ripeti sempre i stessi erori
Walter Gropius
i spiriti più grandi xe capaci dei più grandi vizi come dele più grande virtù
René Descartes
i sui piani iera, per dir cussì, rigorosamente onorevoli: cioè pizigarghe a una baba la sua fortuna per mezo del matrimonio
Henry Fielding
i tempi del rimandar, dele meze misure, dei espedienti per sconderse e tignir bona la gente, dei ritardi, i sta per terminar. In cambio stemo per entrar in t\'un periodo de conseguenze
Winston Churchill
i tradutori xe come i pitori de ritrati: la copia i pol zercar de farla più bela, ma sempre la ga de somiliarghe al original
Elie Fréron
i tradutori xe i cavai de tiro dela cultura
Aleksandr Pushkin
i vestiti xe artifizi semiotici, cioè machine de comunicazion
Umberto Eco
i vol guera, ma noi no li lasseremo in pase!
José Saramago
Iera sai un bon consilio quel che una volta ghe go inteso dar a un giovine: fa sempre quel che te ga paura de far
Ralph Waldo Emerson
in fin dei conti la patria no xe che la lingua
Camilo José Cela
in generale ogni Paese ga la lingua che\'l se merita
Jorge Luis Borges
in guera la prima vitima xe la verità
Hiram Warren Johnson
in Italia la più parte dei politici no combati per progeti ma per interessi
Indro Montanelli
in panza de mama el zervel no ga dentro gnanche un\'idea
Maurice Blanchot
in sto mondo ghe xe solo che dò tragedie: una xe no rivar ver quel ghe se vol, l\'altra xe rivarlo ver
Oscar Wilde
in Svizera i xe mati pela pulizia, tanto che i lava perfin i bori
Marcos Vergara Meersohn
in tei campi de concentramento vivevimo minuto per minuto e dovevimo pensar meno possibile, perchè pensar vol dir consumarse
Haïm-Vidal Sephiha
in tel istinto xe la sola verità
Anatole France
in tela lota tra ti e\'l mondo, tien pel mondo
Frank Zappa
in tute le epoche zerti ipocriti ciamai preti ghe ga messo corone in testa a zerti ladri ciamai re
Rober Green Ingersoll
in t\'un vocabolario riva a star solo che un tochetin del patrimonio de una lingua
Giacomo Leopardi
in t\'un\'epoca de matio, spetarse che el matio no ne sfiori xe una forma de matio
Saul Bellow
in zerti casi le parolaze xe meo dele parole
Anónimo
indove che ghe xe tanta luce, ghe xe anche tanta ombra
Johann Wolfgang von Goethe
infedele: a New York, un che no ghe credi al Dio dei cristiani; a Costantinopoli, un che ghe credi
Ambrose Bierce
inferno e paradiso me par esagerai. Le azioni dei omini no se merita tanto
Jorge Luis Borges
instesso, anche el contrario xe sempre vero
Leo Longanesi
interprete: un che ghe permeti a dò persone de lingua diversa de capirse un col altro ripetendoghe a ognidun quel che al interprete ghe convignissi che l\'altro gavessi dito
Ambrose Bierce
istintivamente i inglesi amira qualsiasi persona senza nè arte nè parte che no se dà arie per questo
James Agate
iutème a capir quel che ve stago contando, che po’ ve lo spiego meo
Antonio Machado
la baba che col suo comportamento la fa intender che la farà una senada se se ghe conta la verità, la domanda de vignir imbroiada
Elizabeth Jenkins
la baba xe un regalo che te selî a ti
Georges Brassens
la beleza la xe nel ocio de chi che varda
Anonymous
la Bibia ne disi de volerghe ben ai nostri nemici come se i fussi nostri amici. Facile che sia perché xe le stesse persone
Vittorio De Sica
la burocrazia xe una granda machina menada de gente picia
Honoré de Balzac
la causa prima dela difusion del\'ignoranza de massa xe che tuti sa leger e scriver
Peter de Vries
la Cesa disi che la tera la xe piata, ma mi so che la xe tonda perchè go visto la sua ombra sula luna, e me fido più de un\'ombra che dela Cesa
Ferdinand Magellan
la ciave per montar una superstar xe de farghe tignir la boca serada. Svelarghe al publico un artista pol rovinarlo. A veder la verità no ghe vien gnente in scarsela a nissun
Bob Ezrin
la continenza se otien solo che a forza de incontinenza. El casoto difendi la casa
Carlo Dossi
la cossienza la xe un can che no ne impedissi de \'ndar vanti, ma noi a lu no ghe podemo impedir de baiar
Nicolas de Chamfort
la cossienza no la ne impedissi de pecar, ma purtropo solo de goderse el pecato
Salvador de Madariaga y Rojo
la cossienza xe quel che te ga zigà tu mama vanti che te gavessi sie ani
Brock Chisholm
la cressita dei Paesi in via de svilupo dipendi dela smilitarizazion
Oscar Arias
la cressita in sageza se la misura esatamente col calo de bile
Friedrich Wilhelm Nietzsche
la cultura la xe sempre cussì: strato drio strato de citazioni drio citazioni, de idee che fa nasser altre idee, girandole de carambole de parole traverso el tempo e\'l spazio
Rosa Montero
la cultura xe un ordegno che dopra i maestri de scola per fabricar altri maestri de scola, che a sua volta fabricherà maestri de scola
Simone Weil
la decision cristiana che el mondo xe bruto e cativo lo ga reso bruto e cativo per bon
Friedrich Wilhelm Nietzsche
la democrazia ghe dà a ognidun el dirito de esser el suo propio opressor
James Russell Lowell
la democrazia la xe fragile, e a piantarghe sora trope bandiere la se sfregola
Enzo Biagi
la democrazia rimpiaza la scelta fata dei pochi coroti col\'elezion fata dei tanti incompetenti
George Bernard Shaw
la democrazia xe la fede patetica in tela sageza coletiva del\'ignoranza individual
H.L. Mencken
la diferenza tra democrazia e ditatura xe che soto la democrazia prima te voti e po\' te ciapi ordini; soto la ditatura inveze no ocori che te perdi tempo a votar
Charles Bukowski
la fantasia umana la xe imensamente più povera dela realtà
Cesare Pavese
la fedeltà xe l\'arte de cometer adulterio solo cola fantasia
Décoly
la felicità no xe qualcossa che te senti, xe qualcossa che te se ricordi
Oscar Levant
la felicità xe l\'eterna estasi de co\' i te inzingana ben ben
Jonathan Swift
la felicità xe una condizion imaginaria che una volta i vivi ghe atribuiva ai morti, e ogi de solito i adulti ghe atribuissi ai fioi e i fioi ai adulti
Thomas Szasz
la felicità xe una roba maraviliosa: più che te ghe ne dà via, più te ghe ne resta anche per ti
Blaise Pascal
la fisica xe come el sesso: vero che ogni tanto nassi qualcossa, ma no xe per questo che lo femo
Richard P. Feynman
la forza de una lingua no sta nel butar via quel che xe foresto, ma nel assimilarlo
Johann Wolfgang von Goethe
la funzion de un esperto no xe de ver più ragion dei altri, ma de capelar per motivi più complicati e difizili
David Butler
la galina xe la maniera che dopra un ovo per produr un altro ovo
Samuel Butler
la gente che parla sai no disi gnente
Françoise Sagan
la gente dovessi saver i ris\'ci che ghe xe a suicidarse
Ron C. Carman
la gente ga riflessi lenti - de solito per capir ghe ocori diverse generazioni
Stanislaw Jerzy Lec
la gente no ga un gran rispeto pei altri, ma gnanche chissà cossa per sistessa
Leon Trotsky
la gente no mori per mancanza de bori. La mori per no ver cossa comprar
Vandana Shiva
la gente, come le piegore, tendi a \'ndarghe drio a un capo - ogni tanto anche in tela direzion giusta
Alexander Chase
la giovineza xe una malatia de che guarimo tuti
Dorothy Fuldheim
la granda diferenza tra sesso pagà o sesso agratis xe che el sesso pagà costa de meno
Brendan Francis
la grandeza no xe becar onori, ma meritarseli
Aristotle
la guera no se la pol umanizar, se la pol solo che abolir
Albert Einstein
la guera xe la forma moderna de terorismo più difusa
Gino Strada
la guera xe la maniera de sior Idio de impararghe la geografia ai americani
Ambrose Bierce
la guera xe omini che se massacra un col altro senza conoserse per conto de altri omini che se conossi ma no se massacra un col altro
Paul Valéry
la guera xe una lezion dela storia che i popoli no i se ricorda mai bastanza
Benito Mussolini
la iera cussì bela che no i ghe ga lassà \'ndarghe vizin ala tore de Pisa
Anónimo
la ignoranza xe piú vizin ala verità che no el pregiudizio
Denis Diderot
la lege fondamentale del capitalismo xe \'ti o mi\', no \'ti e mi\'
Karl Liebknecht
la letura xe pela mente quel che la ginastica xe pel corpo
Joseph Addison
la libertà la xe cussì preziosa che ghe vol razionarla
Wladimir Iljitsch Lenin
la libertà xe come la poesia: no la ga de ver agetivi, la xe semplicemente libertà
Enzo Biagi
la lingua ga sai più morbin che no la vita
Manuel Seco
la lingua la sarà anche un specio deformante, ma altri speci no gavemo
Michael Dummett
la lingua xe arte anonima, coletiva e inconsia, el risultato dela creatività de miliaia de generazioni
Edward Sapir
la lingua xe la pele del\'anima
Fernando Lázaro Carreter
la lingua xe una parte del nostro organismo, complicata come e forsi più de lu
Ludwig Wittgenstein
la lingua xe una pele: me sfrego una lingua sul\'altra
Roland Barthes
la lingua xe una soma dove che ognidun che parla xe paron de una parte
Bernard Dupriez
la lingua xe un\'impronta, l\'impronta più importante dela nostra condizion umana
Octavio Paz
la lota del omo contro el poter xe la lota dela memoria contro la dimenticanza
Milan Kundera
la luce divina sorba el mondo inveze che iluminarlo
Patrick Emin
la machina fotografica no conta bale, ma la pol iutar a contarle
Harold Evans
la mafia xe un bìsnis come tanti altri, solo che ogni tanto la spara
Mario Puzo
la malinconia xe la contenteza de esser triste
Victor Hugo
la mare xe el cuor dela familia. La spendi la paga del pare in putanade per miliorar l\'ambiente indove che lu el magna, el dormi e\'l varda la television
Germaine Greer
la me scusi se la go ciamada \'sior\', xe che no la conosso tanto ben
Groucho Marx
la meo maniera de goder tanta libertà xe quela de concederghene tanta ai altri
Carlo Dossi
la meo maniera per impararse a far un film xe de farghene un
Stanley Kubrick
la mia religion xe zercar la verità in tela vita e la vita in tela verità
Miguel de Unamuno
la morte no xe question de no comunicar, ma de no rivar più a farse capir
Pier Paolo Pasolini
la morte podessi esser el meo che la vita ga de ofrir
Carlos Silva
la morte se la paga vivendo
Giuseppe Ungaretti
la natura umana: quela roba che te fa porconar contro el pedon co\' te son in machina e contro l\'automobilista co\' te son a pie
Oren Arnold
la nazion che distrugi el suo teren la se distrugi sola sistessa
Franklin Delano Roosevelt
la necessità no ga lege
Oliver Cromwell
la nostra vita la termina co\' scuminziemo a taser sule robe veramente importanti
Martin Luther King
la paga del gran capo de una granda società no xe un riconossimento de sucesso de mercato. Spesso ga più la natura de un gesto caloroso verso sistesso
John Kenneth Galbraith
la parola no xe che un rumor, e i libri no xe che carta
Paul Claudel
la pase no xe un regalo de Sior Idio, xe un regalo che se femo noi a noi stessi
Elie Wiesel
la pase personal xe indispensabile per contrastar i messagi de teror che i grandi interessi dopra per tentar de esasperarghe la vita a tuti quanti
Arturo Paoli
la paura dela solitudine xe pezo che quela de ligarse, quindi se sposemo
Cyril Connolly
la persona più facile de imbroiar xe sistessi
Edward Bulwer-Lytton
la pezo intoleranza vien de quel che i ciama ragion
Miguel de Unamuno
la più alta specializazion vol dir la più alta mancanza de cultura
José Ortega y Gasset
la più parte dela gente mori pela cura, no pela malatia
Molière
la più parte dela gente no vol saverghene de nudar vanti de saver nudar
Hermann Hesse
la poesia ghe zonta vita ala vita
Mario Luzi
la poesia me servi per dir quel che no se pol dir
José Hierro
la poesia xe l\'arte de far star el mar in t\'un bicer
Italo Calvino
la politica e\'l destin del\'umanità li fa omini senza nè ideali nè grandeza. Quei che ga la grandeza no va a missiarse in politica
Albert Camus
la politica no xe l\'arte del possibile. La consisti nel s\'celzer tra el disastroso e\'l stomigoso
John Kenneth Galbraith
la politica xe el reparto zoghi e divertimentii del\'industria
Frank Zappa
la politica xe el zogo del equilibrio tra quei che vol vignir dentro e quei che no vol \'ndar fora
Jacques-Benigne Bossuet
la politica xe guera senza spander sangue, la guera xe politica spandendo sangue
Mao Zedong
la politica xe l\'arte de impedirghe ala gente de missiarse in quel che la riguarda
Paul Valéry
la politica xe l\'arte de zercar longhi, trovarli, diagnosticarli malamente e po\' aplicar col cul el rimedio sbalià
Groucho Marx
la politica: un conflito de interessi travestì de lota de principi
Ambrose Bierce
la prefazion xe la parte principale de un libro. Fin i critici la legi
Philip Guedalla
la prima metà dela vita ne la rovina i genitori, la seconda i fioi
Clarence Darrow
la prima roba che ga de far una baba co\' la vol ciapar un omo xe de corer via
Molière
la publicità se la pol descriver come la sienza de blocar l\'inteligenza umana per bastanza tempo de cavarghe fora bori
Stephen Leacock
la qualità de un libro dipendi de chi che lo legi
Emilio Praga
la raza umana ga un\'arma per bon eficace, e xe la ridada
Mark Twain
la realtà xe quela roba che, anche co\' te finissi de crederghe, no la sparissi
Philip K. Dick
la religion xe un capolavoro de amaestramento dele bestie, perché la ghe impara ala gente come che la ga de pensar
Arthur Schopenhauer
la ricerca clinica ga progredì talmente tanto che oramai xe quasi impossibile trovar qualchedun che sia completamente san
Aldous Huxley
la roba più democratica del mondo xe el dizionario. Xe l\'unica richeza che gavemo in comun
Bernard Pivot
la roba più pericolosa nela vita xe cior trope precauzioni
Alfred Adler
la sageza no xe tirar zo i idoli, xe no meterghene su
Umberto Eco
la semplicità xe la forma dela vera grandeza
Francesco De Sanctis
la sienza la servi solo che a verificar le scoperte del istinto
Jean Cocteau
la sienza no me interessa. No la considera el sogno, el ris\'cio, la ridada, el sentimento e la contradizion, tute robe che per mi xe preziose
Luis Buñuel
la sinistra xe un mal che solo l\'esistenza dela destra riva a render soportabile
Massimo D'Alema
la società la xe permissiva pele robe che no costa gnente
Enzo Biagi
la società pol esister solo a pato che se conti un zerta quantità de bale lustre de bela maniera e che nissun disi ciaro quel che\'l pensa
Lin Yutang
la società sai ghe tien ai sui omini normali. La educa i fioi a perder sistessi e a diventar assurdi, e quindi normali. In tei ultimi zinquanta ani i omini normali ga mazà forsi zento milioni de altri omini normali sui fradei
R.D. Laing
la sola felicità che ne vien xe quela che gavemo dà
Eduard Pailleron
la sola funzion dele previsioni economiche xe de far parer rispetabile l\'astrologia
John Kenneth Galbraith
la sola lota che se perdi xe quela che se mola
Madres de Plaza de Mayo
la sola maniera che un giornalista dovessi vardar un politico xe verso in zo
Frank Kent
la sola maniera de mantignirte in salute xe de magnar roba che no te vol, bever roba che no te piasi e far quel che te preferiria no far
Mark Twain
la sola mission dele classi popolari xe de dar el bon esempio
Oscar Wilde
la sola pase sicura e durevole tra marì e molie xe indubiamente la separazion
Lord Chesterfield
la sola roba che intriga tra un omo e quel che’l vol dela vita spesso xe la voia de provar e la fiducia che sia possibile
Richard M. DeVos
la sola tendenza nel cine moderno xe quela de far sai bori
Roman Polanski
la solitudine xe pel\'anima quel che el magnar xe pel corpo
Lucius Annaeus Seneca
la speranza la va ben col cafè dela matina, ma per zena no la val un boro
Francis Bacon
la stampa no la vol informar el letor, ma pitosto convinzerlo che la lo sta informando
Nicolás Gómez Dávila
la storia de amor ideal xe quela che se fa tuta per posta
George Bernard Shaw
la storia ne mostra che omini e nazioni se comporta sagiamente una volta che i ga terminà tute le altre alternative
Abba Eban
la storia umana, tra salveza e perdizion, la xe ambigua. No savemo gnanca se semo noi i paroni del nostro destin
Norberto Bobbio
la sua cosienza la iera neta: no\'l la doprava mai
Stanislaw Jerzy Lec
la television la ga la forza de un leon, la television no la ga paura de nissun, la television la te indormenza come un coion
Enzo Jannacci
la television xe la prima cultura veramente democratica, la prima disponibile a tuti e completamente governada de quel che vol la gente. La roba più spaventosa xe quel che vol la gente
Clive Barnes
la television xe l\'unico sonifero che se ciol traverso i oci
Vittorio De Sica
la television xe più interessante dela gente. Se no fussi cussì pei cantoni dele nostre camere gavessimo persone
Alan Coren
la television xe un\'invenzion che te permeti de passartela nel sogiorno de casa tua con gente che mai no te se insognassi de far vignir dentro
David Frost
la tera xe dei sui paroni, ma el paesagio xe de chi che lo sa aprezar
Upton Sinclair
la vecia lagna che la cultura de massa la sia fata per muleti de undise ani xe oviamente una bala vergognosa. Per tradizion l\'età-ciave la xe sempre stada pitosto torno ai quatordise
Robert Christgau
la vendeta più cativa che pol ciorse una baba xe quela de restarghe fedele a un omo
Jacques-Bénigne Bossuet
la vera filosofia xe tornarse a imparar a veder el mondo
Maurice Merleau-Ponty
la vera ignoranza no xe la mancanza de conossenza, ma el rifiuto de farsela
Karl Popper
la verità la xe altretanto difizile de negar come de sconder
Ernesto Che Guevara
la verità no la ghe fa mai dano a una causa giusta
Mohandas Karamchad Gandhi
la verità no la xe solo che in t\'un sogno, ma in tanti
Pier Paolo Pasolini
la verità no se la trova altro che dentro de noi, no servi zercarla cole cative sui nemici de fora
Mohandas Karamchad Gandhi
la verità xe degno de dirla solo chi che no ga paura de morir per ela
José María Vargas Vila
la verità xe la roba più preziosa che gavemo. Sparagnemola
Mark Twain
la virtù dei genitori xe una granda dote
Quintus Horatius Flaccus
la vita la pol esser meraviliosa se no la te fa paura
Charlie Chaplin
la vita no merita viverla senza esserse incoconai de quel che la ofri
Emmanuel Wathelet
la vita no xe come che un la ga vissuda, ma come che el se la ricorda per contarghela ai altri
Gabriel García Márquez
la vita per mi ga terminà de esser un viz, no la me diverti
Charlie Chaplin
la vita se la capissi per indrio, ma se la vivi per avanti
Søren Kierkegaard
la vita xe come sonar el violin in publico e impararse incontro
Samuel Butler
la vita xe el paragon dele parole
Alessandro Manzoni
la vita xe quel che te sucedi co\' te son impegnà a far altri progeti
John Lennon
la vita xe una fogna: coss\' che te tiri fora dipendi de coss\' che te ga messo dentro
Tom Lehrer
la vita xe una malatia ereditaria
Anónimo
la vita xe una scola de probabilità
Walter Bagehot
la xe vecia come el mondo, la novità
Jacques Prévert
lassite guidar del muleto che te ieri
José Saramago
le babe le ga de esser bastanza bele de farse amar dei omini, e bastanza sempie de amarli lore
Coco Chanel
le babe le ne vol ben pei nostri difeti. Se ghe ne gavemo bastanza le ne perdona qualsiasi roba, compresa la nostra spaventosa inteligenza
Oscar Wilde
le babe le xe bastanza ipocrite che ogni fio possi dir convinto de su mama che la iera una santa
Remy de Gourmont
le cadene del matrimonio le pesa tanto che ocori esser in dò a portarle; zerte volte anche in tre
Alexander Dumas
le conferenze pel disarmo xe la stessa roba che le esercitazioni antincendio dei piromani
John Osborne
le idee premature no esisti, bisogna solo saver spetar el momento bon
Jean Monnet
le masse se le inzingana meo con una grossa bala che con una picia
Adolf Hitler
le nazioni grande se ga sempre comportà de banditi, e quele pice de putane
Stanley Kubrick
le parole che intiva le impoverissi la lingua
Sacha Guitry
le parole che te dopri per descriver la realtà, le crea realtà
Martin Brofman
le parole no le fa i academici in tele università, ma la gente per strada. I autori dei dizionari le beca quasi sempre tropo tardi, le imbalsama in ordine alfabetico, e in tanti casi co\' no le vol più dir quekl che intendeva chi che le ga inventade
Gabriel García Márquez
le parole più vece e più curte - \'sì\' e \'no\' - xe quele che dà più de pensar
Pythagoras
le patate frite xe una dele creazioni più spirituali del genio parigin
Maurice Edmond Sailland dit Curnonsky
le persone civili no pol sodisfar in pien i sui istinti sessuali senza amor
Bertrand Russell
le robe che savemo meo xe quele che no se gavemo mai imparà
Luc de Clapiers Marquis de Vauvenargues
le robe le pituro no come che le vedo, ma come che le penso
Pablo Picasso
le robe no le vedemo come che le xe, ma come che semo noi
Anaïs Nin
le robe se le smerda sai più cole parole che col silenzio
Mohandas Karamchad Gandhi
le scoperte no le iuta el terzo mondo, le fa solo che cresser l\'ingiustizia che esisti
Ryszard Kapuściński
le sole risposte utili xe quele che fa nasser nove domande
Vittorio Foa
le sole statistiche che te se pol fidar xe quele che te ga futizà personalmente
Winston Churchill
le stesse parole, se pronunziade de boche diverse, le ciol su significati diversi, zerte volte anche oposti
Alessandro Morandotti
le traduzioni (come le babe) se le xe anche solo apena beline, difizile che le sia fedeli
Roy Campbell
le verità che conta, i prinzipi importanti, ala fin fine xe solo che dò o tre. Quele che te ga imparà tu mama co\' te ieri picio
Enzo Biagi
leger xe tradur, perchè le esperienze de dò de lori no xe mai le stesse. Un cativo letor xe un cativo tradutor. Per impararse a leger ben val più l\'istinto che esser studiai
Wystan Hugh Auden
leger xe una forma de felicità
Fernando Savater
legio anche libri, tanti libri, ma i me impara meno che la vita. Un solo libro me ga sai imparà, el vocabolario. Oh, ghe voio tanto ben al vocabolario. Ma ghe voio anche tanto ben ala strada, un vocabolario sai più rico
Ettore Petrolini
legio ingordamente el giornal. Xe la mia maniera de zogarme cole fantasie
Aneurin Bevan
lei la xe la signorina Smith, la fia del banchier Smith, el multimilionario, vero? Cossa, no? Oh, la me scusi, per un atimo gavevo pensà de esserme inamorà de lei...
Groucho Marx
lei no la ga capì un\'ostia perchè la xe un omo medio. Un omo medio xe un mostro, un delinquente pericoloso, conformista, razista, s\'ciavista, qualunquista
Pier Paolo Pasolini
l\'acqua la ciacola in continuazion senza mai ripeterse
Octavio Paz
l\'amicizia xe un comercio disinteressà tra pari; l\'amor xe un lurido raporto tra tirani e s\'ciavi
Oliver Goldsmith
l\'amicizia xe una dele più grande felicità dela vita; e una dele felicità del\'amicizia xe quela de ver qualchedun de contarghe un segreto
Alessandro Manzoni
l\'amor de grupo ga el vantagio che se te vol te pol dormir
Woody Allen
l\'amor dela patria no sa gnente dei confini dei altri
Stanislaw Jerzy Lec
l\'amor no xe che un tiro sporco ai nostri dani perciò che la specie vadi vanti
William Somerset Maugham
l\'amor rendi mati, el matrimonio bechi, el patriotismo mone sanguinari
Paul Léautaud
l\'amor termina de esser un piazer co\' no\'l xe piú segreto
Aphra Behn
l\'amor xe l\'infinito messo a disposizion dei barbonzini
Louis-Ferdinand Céline
l\'anima umana no la se mostra mai tanto forte come quando che la rinunzia ala vendeta e la se azarda a perdonar un torto
E.H. Chapin
l\'arte de vinzer se se la impara cole sconfite
Simon Bolivar
l\'arte ghe scassa via del\'anima la polvere che se ghe mucia su nela vita de ogni giorno
Pablo Picasso
l\'arte xe la bugia che ne permeti de capir la verità
Pablo Picasso
l\'arte xe un investimento de capitai, la cultura xe un alibi
Ennio Flaiano
l\'atuale sistema economico xe una machina universal che distrugi l\'ambiente e produsi milioni de perdenti de che nissun sa cossa far
George Susan
l\'economia mondial xe l\'espression più eficiente dela delinquenza organizada. I organismi internazionai che controla valute, mercati e credito pratica el terorismo internazional contro i Paesi poveri e contro i poveri de tuti i Paesi con tanta freda professionalità de far diventar rosso el più bravo dei dinamitardi
Eduardo Galeano
l\'educazion xe el mezo che dopra i genitori per passarghe ai fioi i sui propi difeti
Armand Carrel
l\'educazion xe un metodo per far su un livel più alto de pregiudizi
Laurence J. Peter
l\'espansion vol dir complessità, e la complessità, decadenza
Cyril Northcote Parkinson
l\'esperienza xe quela roba meraviliosa che te permeti de riconosser un sbalio co\' te lo fa de novo
Franklin P. Jones
l\'esperienza xe un bilieto dela loteria comprà dopo l\'estrazion
Gabriela Mistral
l\'esperienza xe una fiama che no pol iluminar senza brusar
Benito Pérez Galdós
l\'idealismo cressi in proporzion direta cola distanza del problema
John Galsworthy
l\'idealismo no xe gnente mal, ma co\'l ghe riva vizin ala realtà el costo diventa proibitivo
William F. Buckley
l\'idealismo xe quela nobile toga che i signori dela politica buta sora dela sua brama de poder
Aldous Huxley
l\'ignoranza xe la mare dela sodisfazion e dela beatitudine sessuale
Giordano Bruno
l\'ignoranza xe la più granda fonte de felicità
Giacomo Leopardi
l\'imaginazion la val come tanti viagi, e che a bon mercà che la xe
George William Curtis
l\'imaginazion ne consola de quel che no semo, el humor de quel che semo
Winston Churchill
l\'imaginazion no xe altro che el risultato dela nostra memoria
Pierre Bonnard
l\'impero britanico xe nato come sotoprodoto de varie generazioni de inglesi disperai in zerca de un pasto decente
Bill Marsano
l\'importante no xe far sai, ma meterghe sai amor in quel che se fa
Madre Teresa di Calcutta
l\'incerteza xe una margherita che no se termina mai de sfoiarghe i petali
Mario Vargas Llosa
l\'infelicità se la pol definir come la diferenza tra quel che semo boni de far e quel che se spetemo dela vita
Edward De Bono
l\'Inghiltera xe l\'unico logo al mondo dove che magnar xe più pericoloso che \'ndar a babe
Jackie Mason
l\'insucesso me xe \'ndà in testa
Ennio Flaiano
l\'inteligenza no solo ne rendi più razionali, ma anche più pericolosi
Simon Wiesenthal
l\'iritamte del amor xe che xe un delito dove che ocori un complice
Charles Baudelaire
l\'istinto de mazar, come tanti altri istinti, xe parte intrinseca del omo. Va per man: omo e morte, omo e crudeltà, omo e sangue. No xe bel, ma xe sicuro che xe cussì
Roberto Bolaño
l\'istruzion xe una bela roba, ma ogni tanto bisogna ricordarse che no se ghe pol imparar ala gente gnente de quel che val la pena de saver
Oscar Wilde
l\'Italia la sta \'ndando marza in t\'un benessere che xe egoismo, monagine, ignoranza, babez, moralismo, costrizion, conformismo; desso, prestarse in qualunque maniera a sta merda xe fassismo
Pier Paolo Pasolini
l\'omo bon xe inteligente, mentre che quel cativo el xe, per zonta, anche mona. Le qualità inteletuali va a brazeto con quele morali
Jorge Luis Borges
l\'omo che zerca de conquistarse afeto cole bone azioni fa l\'esperienza amara del\'ingratitudine
Bertrand Russell
l\'omo coltiva mile rose senza trovar quel che\'l zerca - e pensar che\'l podessi trovarlo in una rosa sola
Antoine de Saint-Exupéry
l\'omo con un\'idea nova xe solo che un balordo finchè che la sua idea no ga sucesso
Mark Twain
l\'omo ga de farla finida cola guera vanti che la guera la fazi finida col\'omo
John Fitzgerald Kennedy
l\'omo no sa più robe dele altre bestie; el ghe ne sa de meno. Lore le sa quel che ghe ocori saver. Noi no
Fernando Pessoa
l\'omo no vivi solo de parole, anche se ogni tanto ghe toca ingiutirsele
Adlai Stevenson
l\'omo più sior xe quel che ga i piazeri più a bon mercà
Henry David Thoreau
l\'omo produsi el mal come che una vespa produsi el miel
William Golding
l\'omo xe fato per quasi el 50% de acqua, quindi gnente de meraviliarse se\'l xe inquinà
Carl William Brown
l\'omo xe quel che\'l magna
Ludwig Feuerbach
l\'omo xe un animal razionale che perdi el controlo ogni volta che se lo sfida a comportarse secondo ragion
Oscar Wilde
l\'omo xe un animal sociale che detesta i sui simili
Eugène Delacroix
l\'omo xe un aprendista, e\'l dolor xe el suo maestro
Alfred de Musset
l\'ordegno sparagna-fadiga più popolare xe ancora un marì batù de bori
Joey Adams
l\'organizazion dela società americana xe un sistema omeostatico de semi-monopoli che tuti sa che i varda solo che ai bori, e un eletorato che tuti sa che\'l xe sai poco sveio, inzinganà de mass media che tuti sa che i tira a fregar de bruto
Paul Goodman
l\'otimista pensa che sto qua sia el meo mondo possibile. El pessimista ga paura che sia propio cussì
Robert Oppenheimer
l\'ultima ilusion xe la convinzion de ver perso tute le altre
Maurice Chapelan
l\'ultimo giorno del ano no xe el ultimo giorno del tempo
Carlos Drummond de Andrade
l\'umanità la xe fata cussì, no se trata de cambiarla, ma de conosserla
Gustave Flaubert
l\'unica roba che l\'esperienza ne impara xe che l\'esperienza no la ne impara gnente
André Maurois
l\'uso xe la sola roba che fa le parole bone, vere e legitime, che le fa parole de una lingua
Alessandro Manzoni
l\'utopia la xe al orizonte. Me avizino de dò passi, ela la va dò passi più in là. Fazo altri diese passi e l\'orizonte se sposta via de diese passi. Per tanto che camino no rivererò mai a ciaparla. Per cossa servi l\'utopia? Per questo: per caminar
Eduardo Galeano
l’amicizia la xe fata de lealtà, no de fedeltà passiva
Ferruccio de Bortoli
l’ubidienza xe un vizio sai comodo
Don Lorenzo Milani
l’umanità no pol soportar più che tanta realtà
Carl Jung
ma credè propio che Sior Idio sia catolico?
Georg Christoph Lichtenberg
ma ga senso parlar de \"scola del obligo\"?
Anónimo
ma le fabriche de armi le iuta a combater la disocupazion?
Anónimo
magari che sarìa cussì facile trovar fora el vero come che xe convinzer la gente del falso
Marcus Tullius Cicero
mai giudicar un libro del suo film
J.W. Eagan
mai meterte al livel dei altri. Zuchili zo al livel tuo
Quentin Crisp
mai no se conta tante bale come vanti dele elezioni, in guera e dopo la cacia
Otto von Bismarck
mai no se riva cussì lontan come quando che no se sa indove che se va
Johann Wolfgang von Goethe
maledeto el soldà che spara sula sua gente
Simón Bolivar
mato xe chi che ga perso tuto fora che la ragion
Gilbert Keith Chesterton
matrimonio xe co\' dò de lori se meti dacordo de contar la stessa flocia
Karen Durbin
matrimonio: una comunità con un paron, una parona e dò s\'ciavi - dò de lori in tuto
Ambrose Bierce
me ga ocorso quindise ani per capir che no gavevo la stofa del scritor, ma no go podù molar perchè nel fratempo iero diventà tropo famoso
Robert Benchley
me ga sempre maravilià che giri assurdi che ga de far i fiumi per rivar passar soto tuti i ponti
Beppe Grillo
me go sempre impostà la vita de modo de morir con trezentomila rimorsi e gnanche un rimpianto
Fabrizio De André
me piasessi che el certificato de morte de ognidun fussi scrito nela stessa lingua che quel de nassita
Bertolt Brecht
me piasessi veder i preti sposai, e no solo i eterossessuli
Anónimo
me piasi de morir i partiti politici: xe l\'unico logo che ne resta indove che la gente no parla de politica
Oscar Wilde
me piasi i ultrasetanteni; i te ofri sempre fedeltà per tuta la vita
Oscar Wilde
me piasi parlar. Tante volte parlo solo, giusto cussì per sentirme parlar. Zerte volte son cussì furbo che no capisso gnanche quel che go dito
Oscar Wilde
me sa che l\'etica xe una sienza sparida de tuto el mondo. Fa gnente, ne tocherà tornar a inventarla
Jorge Luis Borges
me sento sai otimista sul futuro del pessimismo
Jean Rostand
meno bruto xe no ver legi, che no violarle ogni giorno
Ugo Foscolo
meno che gavemo, più demo; par assurdo, ma xe la logica del amor
Madre Teresa di Calcutta
meno che la gente sa come che vien fate legi e luganighe, meo la dormi de note
Otto von Bismarck
meo la pase più pedociosa che la guera più sacrosanta
Desiderius Erasmus von Rotterdam
meo no fidarse de un lavor dove che ocori un vestito novo
Henry David Thoreau
meo no fidarse dele inovazioni inutili, specialmente de quele ispirade ala logica
Winston Churchill
meo un nemico forte che un amico fiapo
Edward Dahlberg
meraviliarse, stupirse, vol dir scuminziar a capir
José Ortega y Gasset
metemose insieme, che saremo invinzibili
Simon Bolivar
meter in ordine una bibloteca xe una maniera silenziosa per butarse in tel\'arte dela critica
Jorge Luis Borges
mi no so se sior Idio esisti, ma el fa più bela figura se no\'l esisti
Stefano Benni
mi son mi e quel che al momento me sta torno
José Ortega y Gasset
mito xe una religion che nissun no ghe credi più
James K. Feibleman
morir xe sai bruto, ma l\'idea de dover morir senza gnanche ver vissudo la xe insoportabile
Erich Fromm
nassemo principi, e\'l processo de civilizazion ne trasforma in rane
Eric Berne
nei omini no fa paura el vizio, che li fa servi; la virtù inveze sì, perchè li fa paroni
Diego de Saavedra Fajardo
nei Stati Uniti se fa ogni ano più galere che scole e università
Jesús Sepúlveda
nela vita el matrimonio xe come un duel in mezo de una batalia
Edmond About
nele mie storie de amor una volta el rimorso vigniva dopo, desso el riva prima
Ennio Flaiano
nele robe sai importanti xe essenziale el stile, no la sincerità
Oscar Wilde
netar casa co\' i fioi sta ancora cressendo xe come spalar la neve vanti che gabi terminà de nevigar
Phyllis Diller
nissun fa più dano de quei che va in giro a far del ben
Mandell Creighton
nissun taia tabari sule bone qualità segrete dei altri
Bertrand Russell
nissun varda in tel dizionario vanti de verzer boca
Anónimo
nissuna descrizion dela realtà no la poderà mai esser completa, a meno che no la sia in poesia
John David Barrow
no bevo alcol. No perchè son bravo, ma perchè ghe xe un\'altra bibita che me piasi de più: l\'acqua
Jorge Luis Borges
no cito mai altri, altro che per esprimer meo el mio pensier
Michel de Montaigne
no conosso un eror che no gavessi podù far
Johann Wolfgang von Goethe
no desiderar xe la stessa roba che ver
Lucius Annaeus Seneca
no digo che le babe no le sia mate: sior Idio le ga fate per compagnarse coi omini
George Eliot
no esisti nè prinzipio nè fine, solo che la infinita passion pela vita
Federico Fellini
no esisti una via pela pase. La via XE la pase
Mohandas Karamchad Gandhi
no fazo mai la carità. No son bastanza povero
Friedrich Wilhelm Nietzsche
no ga sai importanza con chi che se se sposa, perchè se pol star sicuri che la matina drio salterà fora che iera qualchedun altro
Samuel Rogers
no ghe xe amor più sincero che quel pela boba
George Bernard Shaw
No ghe xe baba che soporti un marì zogador, a meno che no\'l vinzi sempre
Thomas Dewar
no ghe xe el minimo dubio che el svilupo sostenibile sia un dei conceti più distrutivi
Nicholas Georgescu-Roegen
no ghe xe felicità senza libertà e no ghe xe libertà senza coragio
Pericles
no ghe xe gnente al mondo de meio spartì che el bon senso: ognidun pensa de verghene anche pel porco
René Descartes
no ghe xe gnente de più utile e nobile dei dizionari per far zogar i fioi dopo i zinque ani. E anche, con un pel de fortuna, i bravi scritori fin ai zento
Gabriel García Márquez
no ghe xe gnente de tanto assurdo o ridicolo che prima o dopo qualche filosofo no lo gabi dito
Oliver Goldsmith
no ghe xe gnente de ver paura, fora che de ver paura
Franklin Delano Roosevelt
no ghe xe gnente in tel zervel che no sia prima passà pei sensi
San Tommaso d'Aquino
no ghe xe idea tanto mona che un qualche filosofo no possi tirarla fora
Marcus Tullius Cicero
no ghe xe mai stada una bona guera o una bruta pase
Benjamin Franklin
no ghe xe nè erbe nè omini cativi. Ghe xe solo che gente che no sa coltivar
Victor Hugo
no ghe xe omo completamente paron dela sua lingua che ghe ne parli perfetamente un\'altra
George Bernard Shaw
no ghe xe passion più egoista che l’amor: se xe sempre più pronti a sacrificar la pase de chi che se ghe vol ben che no la propia
François de La Rochefoucauld
no ghe xe regole. Tuti i omini xe ecezioni a una regola che no esisti
Fernando Pessoa
no ghe xe religioni moderate, la religion ghe ga sempre fato violenza ala ragion
Patrick Emin
no ghe xe un fioco de neve che caschi in tel logo sbalià
Zen saying
no go intenzion de sentarme ala tua tavola senza ver gnente in piato a vardarte magnar, e per questo reputarme un comensal. Esser qua in America no basta per far de un un american
Malcolm X
no go tempo de perder fazendo bori
Alexander Agassiz
no go tempo de ver furia
John Wesley
no i te lasserà viver come che te vol ti ma, se te son bastanza forte, almeno no te tocherà viver come che i vol lori
Andrew H. Vachss
no me sento obligà a creder che quel stesso Idio che ne ga dà sensi, ragion e zervel, el pretendi che no li dopremo
Galileo Galilei
no penso che convegni ver tropa sincerità in tela società. Saria come un travo de fero in t\'un castel de carte
William Somerset Maugham
no podemo esser più sensibili al piazer senza esser più sensibili anche al dolor
Alan Watts
no posso star con un che no\'l pol star senza de mi
Nadine Gordimer
no se fa politica cola morale, ma gnanche senza
André Malraux
no se ga mai visto prima tanta diferenza tra chi che lavora e chi che fa i bori senza lavorar
Vandana Shiva
no se ghe va mai drio a quel che xe stà fato; se vedi solo quel che resta de far
Marie Curie
no se xe eroi altro che co\' no se pol far de meno
Paul Claudel
no so gnente de leteratura contemporanea, mi. Xe za bastanza tempo che i mii contemporanei xe i greghi
Jorge Luis Borges
no solo la più parte dela gente aceta la violenza se a cometerla xe l\'Autorità costituida, ma adiritura i la vedi come intrinsecamente legitima contro zerti tipi de persone, indiferente chi che la esercita
Edgar Z. Friedenberg
no solo son un pacifista, ma anche un pacifista militante. Son pronto a baterme pela pase
Albert Einstein
no son bastanza giovine de saver tuto
Oscar Wilde
no sta desiderar, e te sarà l\'omo più rico del mondo
Miguel de Cervantes
no sta esser egoista: gabi rispeto per l\'egoismo dei altri
Stanislaw Jerzy Lec
no sta zercar de viver per sempre: no te ghe la farà
George Bernard Shaw
no sta \'ndar pela strada segnada, la porta solo indove che altri xe za stai
Alexander Graham Bell
no stè doprar quela parola foresta: \'ideali\', co\' gavemo quela bela parola nostrana: \'bale\'
Henrik Ibsen
no stè leger come che fa i fioi per divertirse o i cagoni per impararse. No, legè per viver
Gustave Flaubert
no steme domandar de ver bona creanza; domandeme solo de far finta
Jules Renard
no steve lassar impor la libertà de parola vanti de ver la libertà de pensier
Stanislaw Jerzy Lec
no te fa paura un mondo pien de ignoranti senza altra memoria che quela del compjuter?
Harold Bloom
no te ga capì una roba per bon a meno che no te sia bon de spiegarghela a tu nona
Albert Einstein
no te ghe pol imparar gnente a un omo; solo te lo pol iutar a trovarlo dentro in sistesso
Galileo Galilei
no te stassi a zercarme se no te me gaveria za trovà
Blaise Pascal
no tuti xe condanai a esser sgai
Carlo Emilio Gadda
no ver vizi no ghe zonta gnente ala virtù
Antonio Machado
no voio dimostrar gnente, voio mostrar
Federico Fellini
no voio discuter che la medicina no la ghe sia utile a qualchedun, digo solo che per l\'umanità intiera la xe funesta
Jean-Jacques Rousseau
no xe dificile ver sucesso, el dificile xe meritarselo
Albert Camus
no xe gnente vero che la gente comune esprimi i sui pensieri in maniera ciara; quel che se vedi de ciaro in lori no vien del suo parlar s\'ceto, ma dei sui pensieri senza spessor
Samuel Johnson
no xe la lota che ne fa esser artisti, xe l’arte che ne fa lotar
Albert Camus
no xe le persone che ga grande idee, xe le grande idee che le trova le persone
Franco Modigliani
no xe mai le virtù ma sempre i vizi a contarne volta per volta chi che xe l\'omo
Umberto Galimberti
o ghe xe maledizion più granda che un\'idea propagada cola violenza
Ezra Pound
o semo boni de smontar le idee che no ne piasi cola discussion, o meo che le lassemo esprimer. No se pol smantelar un\'opinion cola forza, cussì se blocassi el libero svilupo del\'inteligenza
Ernesto Che Guevara
ocio a quel che te pensi... diventerà quel che te disi. Ocio a quel che te disi... diventerà quel che te fa. Ocio a quel che te fa... diventerà le tue abitudini. Ocio ale tue abitudini... le diventerà el tuo caratere. Ocio al tuo caratere... el diventerà el tuo destin
Frank Outlaw
ocio ai primi impulsi, che i xe quasi sempre onesti
Charles Maurice de Talleyrand-Périgord
ocio che el cadavere de Marx el respira ancora
Nicanor Parra
ocio per ocio fa el mondo orbo
Mohandas Karamchad Gandhi
ocori sia el tuo nemico che el tuo amico, insieme, per colpirte al cuor: un per caluniarte, l\'altro per vigirtelo a contar
Mark Twain
ocori tanto, tanto tempo per esser giovini
Pablo Picasso
ogigiorno i giovini credi che i bori sia tuto, e co\' i diventa più maturi i lo sa
Oscar Wilde
ogigiorno l\'economia mondial xe un enorme casinò
Fidel Castro
ogni pensier xe un\'ecezion a una regola general, quela de no pensar
Paul Valéry
ogni tanto disi la verità, cussì po\' i te credi co\' te conti bale
Jules Renard
ogni volta che vedo un adulto in bicicleta me passa la disperazion pela raza umana
H.G. Wells
ognidun xe come che Idio lo ga fato, e tante volte anche pezo
Miguel de Cervantes
omo senza imaginazion no ga le ale
Muhammad Ali
oognidun dei nostri momenti no xe mai el stesso, e noi no semo mai i stessi de un momento al prossimo, nè de un periodo al sucessivo
Heraclitus
originalità xe scopiazar de scondon
William Ralph Inge
otimista xe chi che pensa che le robe pezo de cussì no le possi \'ndar
Alessandro Morandotti
pareria che i Stati Uniti sia destinai dela Providenza a impestar l\'America de miseria in nome dela libertà
Simon Bolivar
pareva come che el mondo se dividessi in boni e cativi. I boni dormiva meo... e i cativi inveze pareva che i se godessi sai de più el tempo che i stava svei
Woody Allen
parlar difizile sa far tuti, quei che parla ciaro xe pochi
Galileo Galilei
parlo spagnol con Dio, talian cole babe, francese coi omini e tedesco col mio can
Charles V
parola e cuor no i va sempre dacordo
Pietro Metastasio
patir senza lagnarse xe l\'unica lezion che dovemo impararse in sta vita
Vincent Van Gogh
patriotismo vol dir creder che sto Paese xe meo de tuti i altri perche che ti te ghe son nato dentro
George Bernard Shaw
pecà che tuti quei che sa come governar el Paese sia za ocupai a guidar taxi e a taiar cavei
George Burns
pecato per pecato, chi ga più colpa: quela che fa pecato per bori o quel che la paga per far pecato?
Juana Inés de la Cruz
pelicia: una pele che cambia bestia
Anonymous
pena che te rivi a soportar una roba, la comincia a parerte tolerabile, e dopo un poco anche normale
Israel Zangwill
pensar no fa mal
Giovanni Guareschi
pensar xe el lavor più duro
Henry Ford
pentirse e po\' tornar a scuminziar de zero: eco coss\' che xe la vita
Victor Cherbuliez
per cossa mazemo gente che ga mazà altra gente? Per mostrarghe ala gente che mazar xe sbalià?
Norman Mailer
per dismentigarme le robe go una memoria ecezionale
Robert Louis Stevenson
per esser noi stessi gavemo bisogno de esser qualchedun
Stanislaw Jerzy Lec
per esser patriotico, odia tute le nazioni fora che la tua; per esser religioso, tute le sete fora che la tua; per esser morale, tute le ipocrisie fora che la tua
Lionel Strachey
per esser un membro impecabile de un grege de piegore, prima de tuto te ga de esser una piegora
Albert Einstein
per parlar ciaro, ogni tanto ocori incazarse perciò che le robe le vadi come che se devi
Friedrich Wilhelm Nietzsche
per quanti de lori meriterà ancora viver, co\' no se morirà più?
Elias Canetti
per rovinar qualchedun basta miliorarlo
Oscar Wilde
per soportar l’esistenza contemo bale e, sopratuto, SE contemo bale
Elena Ferrante
per tante babe la via più curta verso la perfezion xe la tenereza
François Mauriac
per tanti de lori la vita xe zercar la cartela giusta indove archiviarse
Clifton Fadiman
per trovar un amico un ga de serar un ocio - per tignirselo, tuti dò
Norman Douglas
per un candidato xe pericoloso dir robe che la gente podessi ricordarse
Eugene Joseph McCarthy
perchè far sempre i stessi veci erori, co\' ghe ne xe tanti novi de far?
Bertrand Russell
perchè la Natura ga creà l\'omo? Forsi per dimostrar che la xe bastanza granda de far erori, opur iera solo che per ignoranza?
Jackson Holbrook
perfin i propi stessi pensieri no se li riva a meter zo in parole
Friedrich Wilhelm Nietzsche
personalmente son sempre pronto a impararme, anche se no sempre a farme imparar
Winston Churchill
Picasso xe un pitor, e mi anche; Picasso xe spagnol, e mi anche; Picasso xe un comunista, e mi gnanche
Salvador Dalí
pitosto che amor, o bori, o fama, deme la verità
Henry David Thoreau
più che una roba xe difizile de ver, più se la apreza
Aristotle
poche robe xe cussì imutabili come l\'assuefazion dei grupi politici ale idee che ghe ga fato ver la caregheta
John Kenneth Galbraith
poche xe le robe che sucedi al momento bon, e\'l resto no sucedi propio; el storico cossienzioso coregerà sti difeti
Herodotus
pochi vedi quel che semo dentro, ma tuti vedi quel che femo finta de esser
Niccolò Machiavelli
podemo sempre fermarse in riva in su, mai in riva in zo
Napoleon Bonaparte
politica pratica vol dir ignorar i fati
Henry Brooks Adams
potente xe la forza del\'abitudine
Marcus Tullius Cicero
prima che rivassimo, al mondo no ghe mancava gnente; dopo che saremo \'ndai, no ghe mancherà gnente
Omar Khayyam
prima imparite a esser libero, po\' domanda la libertà
Fernando Pessoa
prima lege del giornalismo: confermar i pregiudizi che xe in giro, mai contradirli
Alexander Cockburn
procura de capir le robe, le parole riverà dopo
Marcus Porcius Cato
propaganda xe quel ramo del\'arte de contar bale che consisti il tel quasi-imbroiar i amici senza rivar gnanche vizin a imbroiar i nemici
Frances Cornford
pur de tratarlo ben, el corpo pol durar anche tuta la vita
Enrique Clarasó Daudí
purtropo a otanta ani se pol esser inamorai. Stago scrivendo propio per distrarme del amor
Jorge Luis Borges
qua riposa mia molie, e qua lassela riposar. Desso finalmente la ga pase, e mi anche
John Dryden
qua vivi un omo libero. No lo servi nissun
Albert Camus
qualsiasi roba che un se pol imaginar, un giorno qualchedun la realizerà
Jules Verne
qualsiasidun che gabi el poder per un minuto fa un delito
Luigi Pintor
qualunque roba che se gabi de dir, no ghe xe che una sola parola che la esprimi, un solo verbo che ghe da vita e un agetivo che la qualifica
Guy de Maupassant
quante vite in t\'una vita, quanti omini in t\'un omo!
Giovanni Papini
quanto che dura la passion xe proporzional a quanto che ga resistí la baba bramada
Honoré de Balzac
quanto tempo che sparagna chi che no se intriga de quel che fa, disi o pensa el suo vizin, ma pitosto ghe sta drio a quel che el fa lù stesso perciò che el vegni fato come che idio comanda
Marcus Aurelius Antoninus
quasi ogni dotor ga la sua malatia preferita
Henry Fielding
quei che i scrivi come che i parla, per ben che i parli i scrivi sai mal
Georges-Louis Leclerc, Comte de Buffon
quei che no pensa, no saria mal che ogni tanto i ghe dassi almeno una sistemadina ai pregiudizi
Luther Burbank
quei che se ga dà arie de ver fato una rivoluzion, el giorno drio ga sempre visto che no i saveva quel che i fazeva, che in generale la rivoluzion no ghe somiliava gnanche un poco a quela che i voleva far
Friedrich Engels
quei che torna in continuazion de pertuto xe quei che no i xe mai \'ndadi de nissuna parte
Antonio Machado
quel che a ti te par la zima no xe che un scalin
Lucius Annaeus Seneca
quel che conta no xe tanto quel che se disi, ma pitosto quel che no ocori dir
Albert Camus
quel che gavemo in comun xe che semo tuti quanti diversi
Anónimo
quel che ghe ciamemo \'progresso\' xe rimpiazar una rotura con un\'altra
Henry Havelock Ellis
quel che l\'omo ga de piú profondo xe la pele
Paul Valéry
quel che no se pol dir, se ga de tàserlo
Ludwig Wittgenstein
quel che rendi el Stato un inferno in tera xe el tentativo del omo de farghene un paradiso
Friedrich Hölderlin
quel che rendi insoportabile la vanità dei altri, xe che la ofendi la nostra
François de La Rochefoucauld
quel che rendi orendo sto mondo xe che ghe metemo el stesso impegno nel zercar de esser contenti noi come nel impedirghe ai altri de esser contenti lori
Antoine de Rivarol
quel che rendi socevoli i omini xe che no i xe boni de soportar la solitudine
Arthur Schopenhauer
quel che se ricorderemo ala fine no sarà le parole dei nostri nemici, ma el silenzio dei nostri amici
Martin Luther King
quel che se slonga no xe la vita, ma la veciaia
Anónimo
quel che un\'epoca senti come \'sbalià\' xe de solito un campion sfasà nel tempo de quel che una volta se sentiva come \'giusto\' - l\'atavismo de ideali passai de moda
Friedrich Wilhelm Nietzsche
quela ispirazion, che senza de ela tradur xe pena parafrasar in t\'un\'altra lingua
Fernando Pessoa
questo xe el bel dela democrazia: tuti pol parlar, ma scoltar no ocori
Enzo Biagi
questo xe quel che ne nassi: che no savemo coss\' che ne nassi
José Ortega y Gasset
recession xe co\' el tu vizin perdi el lavor; depression xe co\' te lo perdi ti
Harry S. Truman
regalar la cultura xe regalar la sede. El resto riverà solo
Antoine de Saint-Exupéry
rifiutarghe i diriti culturai ale minoranze taza el tessuto morale dela società de magioranza come rifiutar i diriti civili
Joshua A. Fishman
sageza xe distrigarse de quel che no ocor
Lin Yutang
sagio xe chi che se imboreza davanti al spetacolo del mondo
Fernando Pessoa
sagio xe solo chi che ogni giorno come se ogni giorno e ogni ora el podessi morir
Francisco de Quevedo y Villegas
sai ghe piasi la guera a chi che no sa coss\' che vol dir
Desiderius Erasmus von Rotterdam
sai spesso più che una verità la xe bruta de sentir, più merita dirla
André Gide
savemo che de sera un omo pol leger Goethe o Rilke, che el pol sonal Bach o Schubert e po\', la matina drio, \'ndar lavorar come sempre a Auschwitz
George Steiner
sbalia chi che vol combater l\'uso cola gramatica
Michel de Montaigne
scoprir un novo paese e invaderlo xe sempre stà la stessa roba
Samuel Johnson
scrivendo no me xe mai vignù inamente de ‘ndar rente del popolo. Per dir la verità no go mai pensà de ‘ndar rente de nissun
Jorge Luis Borges
scriver xe sempre sconder qualcossa in maniera che se lo possi scoprir
Italo Calvino
scriver xe una maniera de parlar senza che i te interompi
Jules Renard
se acusa la leteratura de iutar i prigionieri a scampar dela realtà
Stanislaw Jerzy Lec
se diria quel che penso per bon, i me metessi in canon o in manicomio. \'Ndemo dèi, son sicuro che saria cussì per tuti
Roberto Bolaño
se dò de lori se vol ben no pol \'ndar finir ben
Ernest Hemingway
se dovessi pensar più a far del ben che a star ben; cussì se finiria anche per star meio
Alessandro Manzoni
se ga diese minuti per far funzionar un\'idea vanti che la torni in tel mondo dei sogni
Richard Buckminster Fuller
se gavè paura dela solitudine, no steve sposar
Anton Chekhov
se gavemo dimenticà sai presto de co\' ierimo noi quei che emigrava
Susanna Agnelli
se ghe pol ben perdonar a un de esser mona per un\'ora, co\' ghe xe tanti mone che no mola de esser mone per un\'ora in tuta la vita
Francisco de Quevedo y Villegas
se go scrito una letera cussì longa, xe perchè me ga mancà tempo de farla più curta
Blaise Pascal
se i giovini ghe negherà el consenso anche sta onipotente e misteriosa mafia la sparirà come un incubo
Paolo Borsellino
se i popoli se conosessi meo i se imparassi a odiarse
Ennio Flaiano
se i republicani la finirà de contar bale sui democratici, noi la finiremo de contar la verità su de lori
Adlai Stevenson
Se i riconossi publicamente che le sigarete fa mal, perchè i le lassa vender?
Francesco Tavano
se la sienza no xe perfeta no vol dir che te ga bisogno dela religion
Anonymous
se nel futbol ghe xe violenza, xe solo perchè che ogi in Italia conta solo che che vinzi
Arrigo Sacchi
se no esistessi el canon se inacorzessimo de esser incadenai tuti quanti
Maurice Blanchot
se no te lo buti via, el tempo te fin vanzerà
Bernard le Bovier de Fontenelle
se no te se speti l\'inverosimile no te lo troverà mai, cussì inaferabile e intrigoso che\'l xe
Heraclitus
se no te son parte dela soluzion, te son parte del precipitato
Steven Right
se per salvarghe la vita a un malà se pol donar i organi, no se ghe podessi donar proteine a quei che mori de fame?
Anónimo
se pol ver la lingua senza bori, senza propietà, senza governo e senza matrimonio; ma no se pol ver bori, propietà, governo o matrimonio senza la lingua
John Searle
se rispeta solo che i diriti umani dele persone giuridiche
Anónimo
se riverà l\'ispirazion, la me troverà che stago piturando
Pablo Picasso
se sai vergognassimo dele nostre bone azioni, se solo i altri i savessi perchè che le femo
François de La Rochefoucauld
se se lo cometi in nome de Idio o dela Patria, no esisti crimine bastanza orendo che la gente no lo perdoni
Tom Robbins
se Sior Idio no gavessi fato la baba, no\'l gavessi gnanche fato el fior
Victor Hugo
se solo fussimo boni de meterse insieme... che bel, che vizin che saria el futuro
Ernesto Che Guevara
se solo gavè fiducia in voi stessi, i altri gaverà fiducia in voi
Johann Wolfgang von Goethe
se stemo imparando cole cative che l\'organismo che distrugi el suo ambiente el se distrugi anche solo sistesso
Gregory Bateson
se te disi la verità no ocori che te se ricordi gnente
Mark Twain
se te ga intenzion de dirghe la verità ala gente, zerca de contarghela alegramente che se no i te copa
Billy Wilder
se te ga un talento doprilo più che te pol, come che te pol. No stalo meter de parte pel futuro. No stalo lesinar come una spinaza. Spendilo e spandilo come se te fussi un milionario che se vol rovinar
Brendan Behan
se te piasi el tuo lavor, per ti no\'l sarà mai un lavor
Confucio
se te son sicuro de capir tuto quel che nassi, alora te son inmonì senza speranza
Walter F. Mondale
se te vedi un banchier che salta pela finestra, saltighe drio - xe là che ghe xe i bori
Robespierre
se te vol far de meno de veder un mona, meo che te rompi el specio
François Rabelais
se te vol far i bori scrivendo, scrivi el genere de roba che legi quei che movi i labri legendo
Don Marquis
se te vol far sganassar Sior Idìo, contighe dei tui progeti
Blaise Pascal
se te vol goderte la tua virtù, ogni tanto fà pecato
Ugo Ojetti
se te vol impararte, imparighe a qualchedun
Marcus Tullius Cicero
se te vol trovar sula tua strada amicizia, dolceza e poesia, meo che te se le porti drio
Georges Duhamel
se te vol un\'idea del futuro, imaginite un stival che zapa una facia umana - sempre
George Orwell
se un omo no xe disposti a ris\'ciar qualcossa pele sue idee, o che no val gnente le sue idee, o che no\'l val gnente lu
Ezra Pound
se un paron no pol far senza el servo, chi dei dò xe un omo libero?
Albert Camus
se volemo che le robe cambi ocori ocupar le banche e far saltar la television. Altra soluzion rivoluzionaria no ghe xe
Luciano Bianciardi
se volemo darghe un taio ai confliti etnici gavemo de investir de meno in guere e de più nela cultura dela pase
Federico Mayor Zaragoza
se votar podessi cambiar qualcossa, fazile che i lo faria ilegale
Anonymous
se xe boni de doprar srategie amorose solo co\' no se xe inamorai
Cesare Pavese
seguì i esempi miliori. Quei de chi che mola tuto per costruir un futuro miliore
Salvador Allende
semo quel che femo drio man
Aristotle
semo quel che femo per cambiar quel che semo
Eduardo Galeano
semo tuti diletanti: la vita la dura tropo poco per esser altro
Charlie Chaplin
semo tuti quanti condanai al isolamento dentro in tela nostra pele, per tuta la vita!
Tennessee Williams
semo tuti sai ignoranti, ma no tuti ignoranti dele stesse robe
Albert Einstein
senza bori e senza tempo la fantasia no xe che un sogno de passagio che no pol diventar azion
Charles Baudelaire
senza memoria l\'omo no\'l savessi gnente e no\'l saria bon de gnente
Giacomo Leopardi
sì al\'economia de mercato, no ala società de mercato
Lionel Jospin
sicome che che un politico no ghe credi mai a quel che\'l disi, el resta de sal co\' ghe credi qualchedun altro
Charles De Gaulle
sicuro che son mato; ma se no, gnanche i altri no dovessi esser fora
George Bernard Shaw
sicuro che xe possibile una relazion platonica - ma solo che tra marì e molie
Anonymous
sienza xe tuto quel che ameti sempre discussion
José Ortega y Gasset
Sior Idio no pol cambiar quel che xe passà, eco perchè che\'l ga de lassar che esisti i storici
Samuel Butler
so che la poesia xe indispensabile, ma no so per cossa
Jean Cocteau
sogna e te sarà libero in ispiritu; combati e te sarà libero in tela vita
Ernesto Che Guevara
solidarietà no xe dar, xe darse de far contro le ingiustizie
Abbé Pierre
solo ai studiai ghe piasi impararse robe nove; i ignoranti preferissi impararghe ai altri
Edouard Le Berquier
solo che i grandi omini pol ver grandi difeti
François de La Rochefoucauld
solo che i morti ga dirito de perdonar, e i vivi no ga dirito de dimenticar
Chaim Herzog
solo che un mona pol preferir la guera ala pase - perchè in tempo de pase xe i fioi che sepelissi i pari, e in tempo de guera xe i pari che sepelissi i fioi
Herodotus
solo chi che no ga aprofondì gnente pol ver convinzioni
Emil Cioran
solo chi che no se speta gnente xe libero per bon
Andrew Young
solo chi che vinzi decidi po\' coss\'che iera \'crimini de guera\'
Garry Wills
solo l\'eror ga bisogno de suporto governativo. La verità la sta in pie sola
Thomas Jefferson
solo perchè che l\'umanità no la saveva indove che la stava \'ndando, la ga rivà a trovar la sua strada
Oscar Wilde
son circondà de preti che me canta in tute le salse che el suo regno no xe de sto mondo, ma che nel fratempo i grampa tuto quel che ghe passa a tiro
Napoleon Bonaparte
son pel rispeto dela lege, ma no stemose dismentegar che la lege va doprada per proteger i più deboli
Romano Prodi
son rivada in un calendario, ma no son mai rivada in tempo
Marilyn Monroe
son sempre dacordo coi studiai, co\' i parla per primi
William Congreve
son un fagoto pesante sula schena de un, poco manca che no lo sofigo, e pretendo che\'l me porti. E, senza darghe tregua, me convinzo a mi e ai altri che me dispiasi tanto e che voio renderghe la vita fazile in tuti i modi possibili, meno che lassando che\'l se liberi de mi
Leo Tolstoy
son un omo cole limitazioni dela mia generazion. Ma no go mai dito quel che no volevo dir, anche se no go dito sempre quel che volevo dir
Enzo Biagi
son un toco de tuto quel che go trovà sula mia strada
Alfred Tennyson
soridi, che i denti no xe fati solo che per magnar e morsigar
Man Ray
spesso convien più impizar un fulminante che maledir el scuro
Eleanor Roosevelt
spesso e volentieri la gente ghe credi a quel che la ghe vol creder
Caius Iulius Caesar
spesso per esser boni ne toca molar de esser onesti
Jacinto Benavente y Martínez
spesso se lassa star el piromane e se castiga chi che ga ciamà aiuto
Nicolas de Chamfort
sposarse con una che te vol ben e che te ghe vol ben xe un scometer su chi dei dò che finirà de voler ben prima
Alfred Capus
sta vita xe un ospedal dove che a ogni malà ghe brusa la voia de cambiar leto
Charles Baudelaire
stando ale statistiche sul\'igiene mentale, un american su quatro ga qualche forma de matìo. Pensa a tre dei tui meo amici: se lori sta ben, alora quel te ga de esser ti
Rita Mae Brown
stemo vizin in tela confusion, contenti de esser insieme, parlandose senza dir una parola
Walt Whitman
sti qua xe i mii principi. Se no i ghe va ben, ghe ne go altri
Groucho Marx
storia: un raporto quasi sempre falso, su avenimenti quasi sempre senza importanza, provocai de capi quasi sempre farabuti e de militari quasi sempre mone
Ambrose Bierce
studiar vol dir scoprir pian pian che ignoranti che semo
Will Durant
sucesso xe ver quel che te vol. Felicità xe voler quel che te ga
Jackson H. Brown
tante interminabilie barufe tra teologi se le pol riassumer in: \'Xe cussì! No xe vero! Xe cussì! No xe vero!\'
Benjamin Franklin
tante lingue te parli, tanti omini te val
Carlo V
tante più legi, tanti più ladri
Lao Tse
tanti de lori se perdi le pice sodisfazioni dela vita tanto che i speta la granda felicità
Pearl S. Buck
tanti saria viliachi, se solo i ghe ne gavessi el coragio
Thomas Fuller
tato nel coragio vol dir saver fin quanto tropo in là che se pol rivar
Jean Cocteau
te se giri torno drio man e, co\' te finissi, te se toli in tera
Carmelo Bene
te vol che nissun possi oprimer un suo simile? Alora procura che nissun gabi poder
Mikhail Bakunin
tien i oci ben verti vanti de sposarte, e mezi serai dopo
Benjamin Franklin
tra dò malore preferisso sempre cior quela che no go ancora provà
Mae West
tra le robe più preziose che go ghe xe zerte parole che no go mai dito
Orson Rega Card
tra quele idee che ogi le par una fantasia svoda e doman le parerà una roba natural ghe xe anche l’idea de ver una lingua in comun tra popoli diferenti
Ludoviko Zamenhof
trata ben la gente co\' te va in su, che te incontrerà de novo i stessi co\' te \'ndarà in zo
Wilson Mizner
tuta la gente fassinosa ga qualcossa de sconder, de solito la sua totale dipendenza del aprezamento dei altri
Cyril Connolly
tuta la gloria del mondo la sta in t\'un gran de formenton
José Martí
tute le bestie, a parte zerti omini, ga un\'anima
Anónimo
tute le parole, a un zerto punto, le xe stade un neologismo
Jorge Luis Borges
tute le sienze esate le xe dominade del\'idea del\'aprossimazion
Bertrand Russell
tuti gavemo la tendenza a giudicarse a noi stessi drio dei nostri ideali, e i altri drio de quel che i fa
Harold Nicolson
tuti ghe dovemo ubidir ale legi, ma per capirle ocori un avocato
Fabio Fumi
tuti i dei iera imortali
Stanislaw Jerzy Lec
tuti quei che ga fato robe grande xe stai grandi sognadori
Orison Swett Marden
tuti recita - a parte, forsi, un pèr de atori
Eugène Ionesco
tuto el caratere religioso del mondo moderno xe perchè a Gerusaleme manca un manicomio
Henry Havelock Ellis
tuto quel che no so me lo go imparà a scola
Ennio Flaiano
tuto quel che xe e tuto quel che semo, in definitiva, xe parola
Víctor García de la Concha
tuto quel che xe inventà xe vero
Gustave Flaubert
tuto xe pericoloso. Se no no meritassi gnanca viver
Oscar Wilde
tuto xe velen e gnente xe velen, la diferenza xe solo che nela dose
Paracelsus
un ambassiator xe un omo onesto mandà al estero a contar bale pel ben del suo Paese
Sir Henry Wotton
un amico xe un che te ghe pol star insieme in silenzio
Camillo Sbarbaro
un archeologo xe el meo marì che una baba possi ver: più che ela la diventa vecia, più lu la trova interessante
Agatha Christie
un ator xe un che, se no te parli de lu, no\'l te scolta
Marlon Brando
un avocato xe un gentilomo che salva i tui bori dei tui nemici e po\' se li tien
Henry Brougham
un baso legale no val mai un baso robà
Guy de Maupassant
un bon dizionario xe un specio indove che un, se\'l sa zercar, el trova quel che za el sospetava
Anónimo
un che vol tanto la presidenza de butar via dò ani per organizar e far campagna eletoral, no xe propio de fidarse de lù come presidente
David Broder
un cinico no xe solo un che legi amare lezioni in tel passato, ma anche un che xe scazà in anticipo col futuro
Sydney J. Harris
un cinico xe un che co\'l senti profumo de fiori el se varda torno in zerca dela cassa de morto
H.L. Mencken
un classico xe un libro che no ga mai finì de contarte qualcossa de novo
Italo Calvino
un compromesso xe l\'arte de spartirse una torta in maniera che ognidun credi de esserse fato la parte del leon
Ludwig Erhard
un concerto per salvar el pianeta... me fa vignir inamente el Titanic
Anónimo
un critico xe un omo senza gambe che ghe impara ai altri a corer
Channing Pollock
un dei piazeri de leger vece letere xe saver che no ocori risponder
Lord Byron
un dei vantagi del piazer sul dolor xe che al piazer te ghe pol dir basta
Ugo Ojetti
un dizionario xe tuto l\'universo in ordine alfabetico
Anatole France
un dovessi esser sempre inamorà. Eco perchè che no se dovessi mai sposarse
Oscar Wilde
un E-mail no pol ver la macia de una lagrima
José Saramago
un editor xe un che separa el formento dela paia e publica la paia
Adlai Stevenson
un esperto xe un che ga za fato tuti i sbali possibili in t\'un setor sai limità
Niels Bohr
un fan club xe un grupo de persone che ghe disi a un ator che no\'l xe solo a pensar quel che\'l pensa de sistesso
Kenneth Williams
un filosofo xe un orbo in t\'una camera scura che zerca un gato nero che no xe. Un teologo xe un che lo trova
H.L. Mencken
un governo xe la sola barca che fa acqua del alto
James Reston
un inteletuale xe un cola mente che se varda sola sistessa
Albert Camus
un lecaculi ghe somilia a un amico come che un lupo ghe somilia a un can
George Chapman
un marì xe sai bravo in leto, soratuto co\'l ghe fa i corni ala molie
Marilyn Monroe
un minimo de inesateza sparagna un mar de spiegazioni
Clarence Edwin Ayres
un moroso fidanzà xe un omo felice disposto a terminar presto de esserlo
Enrique Jardiel Poncela
un no se vergogna de ver pensieri sporchi, ma pitosto che i altri possi pensar che\'l ga pensieri sporchi
Friedrich Wilhelm Nietzsche
un omo - qualunque omo, val più de una bandiera - qualunque bandiera
Eduardo Chillida
un omo senza sogni, senza ilusioni e senza ideali saria un mostro, un cinghial laureado in matematica pura
Fabrizio De André
un omo solo xe sempre in cativa compagnia
Paul Valéry
un omo xe infelice perchè no\'l sa de esser felice, xe questa la sola ragion. Tuto qua, tuto qua! Chi che se inacorzi de questo diventerà felice al\'istante
Fedor Michailovich Dostoevski
un omo xe tanto più sior, quante più robe che el pol far de meno
Henry David Thoreau
un Paese senza cine documentario xe come una familia senza album de foto
Patricio Guzmán
un paranoico xe un che sa un pochetin de quel che sta sucedendo
William S. Burroughs
un prigioniero de guera xe un che tenta de coparte, no\'l riva, e po\' el te prega de no coparlo
Winston Churchill
un proverbio xe una frase curta basada su un\'esperienza longa
Miguel de Cervantes
un psichiatra xe un mato che te fa un mucio de domande carissime che tu molie te fa agratis
Joey Adams
un riformator xe un che naviga in t\'una fogna su una barca col fondo de vetro
James J. Walker
un sinonimo xe una parola che te dopri co\' no te sa come che se scrivi la prima parola che te xe vignuda inamente
Burt Bacharach
un spagnoleto xe l\'archetipo perfeto de un piazer perfeto: la xe una goduria, epur la te lassa insodisfato. Coss\' te vol de più dela vita?
Oscar Wilde
un studià xe un che maza el tempo studiando
George Bernard Shaw
un traditor xe un che mola el suo partito per iscriverse a un altro; un convertido xe un che mola el suo partito per iscriverse al tuo
Georges Clemenceau
una banca xe un logo indove che i te impresta un\'ombrela co\' fa bel e i te la domanda indrio co\' taca a piover
Robert Frost
una bona recension dei critici no xe che un rinvio del\'esecuzion
Dustin Hoffman
una campagna politica la costa sai de più de quel che un omo onesto pol permeterse
Anonymous
una conferenza xe una riunion de persone importanti che sole no le pol far gnente, ma insieme le pol decider che no se pol far gnente
Fred Allen
una giuria xe fata de dodise de lori che ga de decider chi che ga l\'avocato più bravo
Robert Frost
una laurea in arte xe come un diploma de origami. E la xe altretanto utile
James Graham Ballard
una lingua taiente xe el solo ordegno de taio che col uso se gua sempre de piú
Washington Irving
una lingua xe un dialeto con un esercito e una marina
Joshua A. Fishman
una multinazional la ghe somilia a un\'istituzion totalitaria più de qualunqua altra roba che l\'omo gabi mai pensà
Noam Chomsky
una nota no se la scrivi per informar chi che la legi, ma per pararghe el cul a chi che la scrivi
Dean Acheson
una seta religiosa o un partito xe una scondariola elegante per sparagnarghe al omo el tormento de pensar
Ralph Waldo Emerson
una volta go leto un dizionario dela prima al\'ultima pagina; me xe vignù de pensar che iera un cocolo poema su tuto
Ophelia
una volta la polizia la iera comandada de gente in ordine. Ma po\' sto eror xe sta coreto
Joe Orton
un\'atività che no produsi altro che bori no val chissà cossa
Henry Ford
un\'ombra la se perdi per tropa luce... o per tropo scuro
Moni Ovadia
va sai ben no far del mal, ma va sai mal no far del ben
Padre Alberto Hurtado
vanti de cambiar idea, zerchè de verghene za una
Albert Brie
vanti de pensar a come educar, meo saria meter in ciaro a cossa che se vol rivar
Bertrand Russell
vanti de pensar, rifleti ben
Stanislaw Jerzy Lec
vardando el numero de morti, i fabricanti de armi xe organizazioni benefiche vizin dei fabricanti de sigarete
Silvio Garattini
veder tuto, far finta de gnente su sai, indrizar un poco
Gregorio Magno
ver ragion xe una ragion de piú per far falopa
Nicolás Gómez Dávila
ver un libro diventa come un surogato de legerlo
Anthony Burgess
vero, semo el triplo più siori che i nostri veci; ma semo anche el triplo più contenti?
Tony Blair
viagiar servi solo che per volerghe più ben al logo indove che semo nati
Noel Clarasó Serrat
vivemo dominai de impulsi de basso livel, come zinquantamila ani fa
Rita Levi Montalcini
viver soli xe come esser a una festa dove che nissun te caga
Marilyn Monroe
vizi sarà finchè sarà gente
Tacitus
volè che tanti vegni iutarve? Zerché de no ver bisogno
Alessandro Manzoni
volè rovinarghe la reputazion a qualchedun? Parlè sai ben de lu
André Siegfried
voler le stesser robe e no voler le stesse robe, xe questa una salda amicizia
Caius Sallustius Crispus
volerghe ben a un essere umano xe possibile, basta no conosserlo bastanza ben
Charles Bukowski
volerghe ben ai nostri nemici (come che disi el Vangelo) no xe roba de omini, ma de angeli
Jorge Luis Borges
vota per quel che prometi de meno; sarà quel che meno te deluderà
Bernard Baruch
xe bel inacorzerse pian pianin che no se capissi gnente
Maurice Maeterlinck
xe co\' se dismentighemo de noi che rivemo far robe che merita che se le ricordi
Anonymous
xe dificile capir chi che va col’onda per voler
Stanislaw Jerzy Lec
xe difizile farghe capir una roba a un co\' la sua paga dipendi de che no\'l la capissi
Upton Sinclair
xe difizile no desiderar la baba de altri, dato che quele che no xe de nissun normalmente no le xe chissà che atraenti
Enzo Biagi
xe impossibile che un omo vegni imbroià altro che de sistesso
Ralph Waldo Emerson
xe in tela malatia che se rendemo conto de no viver soli, ma incadenai a una cratura de un altro regno de che ne separa abissi, che no ne conossi e de che no rivemo a farse capir: el nostro corpo
Marcel Proust
xe inamissibile che i sienziati torturi le bestie; che i fazi i sui esperimenti su giornalisti e politici
Henrik Ibsen
xe incredibile con che legereza che i farabuti credi che tuto ghe andarà ben
Victor Hugo
xe la parola che ala fin fine rendi libero l\'omo. Chi che no xe bon de esprimerse xe un s\'ciavo
Ludwig Feuerbach
xe l\'originale che no ghe xe fedele ala traduzion
Jorge Luis Borges
xe pericoloso ver ragion su robe dove che l\'Autorità ga torto
Voltaire
xe più facile far in tochi un atomo che un pregiudizio
Albert Einstein
xe più facile perdonarghe a un nemico che a un amico
William Blake
xe più fazile baterse pei propi principi che \'ndarghe drio
Alfred Adler
xe più vergogna no fidarse dei amici che farse bidonar de lori
François de La Rochefoucauld
xe raro che ale babe ghe piasi i omini che ga tropo rispeto per lore
Joseph Addison
xe sai una bona idea quela de ciapar sul serio solo che quel che un artista fa, e no quel che\'l disi del suo lavor
David Hockney
xe sbalià pensar che nissun capissi el suo propio caratere. Tanti conossi i sui difeti fin tropo ben, solo che i insisti a ciamarli altrimenti che no el resto del mondo
Arthur Helps
xe semplicemente mostruoso come che ogigiorno la gente ne va disendo drio la schena robe assolutamente, totalmente vere
Oscar Wilde
xe solo perchè che el primo diluvio no ga servì un boro, che Sior Idio no ga mandà zo un secondo
Nicolas de Chamfort
xe sta passion pei libri che ga fato de mi la sempia più sgaia del mondo
Louise Brooks
xe un miracolo che la curiosità ghe sopravivi a un\'educazion rigorosa
Albert Einstein
zerca de esser più sgaio dei altri, se te rivi; ma no staghelo contar
Lord Chesterfield
zerte tra le più grande storie de amor che go mai inteso riguardava solo che un, senza aiuto esterno
Wilson Mizner
zerte volte in tela vita ocori saver combater, no solo senza paura, ma anche senza speranza
Sandro Pertini
zerte volte la luce se ne distuda, ma po\' riva qualchedun riva e ne la torna a impizar. A sto qualchedun ghe dovemo esser enormemente grati
Albert Schweitzer
zerte volte, pitosto che combater o zercar de vignir fora de una disgrazia, convien acetarla e sforzarse de esser felici con ela
Maurice Maeterlinck
zertiduni no i soporta el silenzio perchè i ga tropo casoto in testa
Robert Fripp
\'dubio\' xe un dei nomi del\'inteligenza
Jorge Luis Borges
\'pase\' xe co\' nissun spara. \'Pase giusta\' xe co\' ala nostra parte ghe vien quel che la voleva
Bill Mauldin
\'pel tuo ben\' xe un argomento persuasivo che ala fin fine porterà un omo a esser dacordo cola sua distruzion
Janet Frame
\'sta suspense xe tremenda... spero che la duri
Oscar Wilde