Logos Multilingual Portal

Select Language

a b c d e f g i j l m n o p q s

a Cuba en se rispetne i diritt uman, trann che a Guantanamo
Anónimo
anca la natura umana me dlus, acsì l\'ho lasciata perda, me sembrava un bel po\' ugual a la mia, un po\' tropp
J.P. Donleavy
bon Natal e felic ann nov
Anonymous
ce son persone che sann anicò, ma quest è tutt quel che sann
Niccolò Machiavelli
cercand el ben pe chi\' altri truvam el nostr
Plato
chi insegnerà ma ji\'omin a murì, j\'insegnerà a viva
Michel de Montaigne
cu aspèta l\'Unesco a dichiarà tutt el pianeta patrimoni dl\'umanita?
Anónimo
cum en me so preocupat de nascia, acsì en me procup de murì
Federico García Lorca
c\'è solament \'na guéra ch\'ji\'om se possne permetà: la guéra contra la propria estinsiòn
Isaac Asimov
c\'è verament un unic prublema filusofic seri: el suicidio
Albert Camus
c\'en do tip d\'omin: chi giust e chi \'ngiust. la dvision è fata dai giust
Oscar Wilde
dle volt è più bel caminà che arivà. Arivà en esist, l\'è sultant un mument del camin
Gino Vermicelli
el bel di mudej è che c\'nè tant in tel mes di quai sceglia
Andrew S. Tanenbaum
el libre più impurtant per un cumunista cume me è la Bibbia
Nichi Vendola
el mej ch\'la natura ha dat ma l\'omin è la brevità d\'la vita sua
Plinius Secundus
el mond è mej sensa Sadam. Cum saria sensa Bush?
Anónimo
el mond è na gabia de matt
Tommaso Campanella
el mond è na galera du è mej stà int\'na cela d\'isulament
Karl Kraus
el mond è tutt un palcscenic, e tutt i omm e le donn son solament di atòr, sa le lor uscit e entrat
William Shakespeare
el mond se divide tra quei che en dormne perchè c\'han fam e quei che en dormne perchè c\'han paura de quei che c\'han fam
Paulo Freire
el mutiv principal del difondse de l\'ignuransa è che tutt sann legia e scriva
Peter de Vries
el pesimism riguarda l\'inteligensa, l\'otimism la vuluntà
Antonio Gramsci
el segret più dificil da tiena è l\'opnion ch \'avem de noi stessi
Marcel Pagnol
en è felic clù al quel la fortuna en pò da de più, ma clù al quel en pò toija più gnent
Francisco de Quevedo y Villegas
en è miga amor se en se soffre o en sa fa sufrì
Henri François-Joseph de Régnier
en strilat per chieda aiut de not, c\'e ches che svejat i vcin
Stanislaw Jerzy Lec
esperiensa: el petin che te da la vita quand en c\'hai più i capei
Judith Stern
finirai d\'avè fifa quand finirai de sperà
Lucius Annaeus Seneca
gl\'om urlan per non starse a sentì
Miguel de Unamuno
gnent putém custruì sul madòn, tutt custruiam su la rena, prò noi duvém custruì cum se la rena foss madòn
Jorge Luis Borges
in tl\'archeolugia se scopre quel che n\'se cnosc, in tla diplumasia se copre quel che se cnosc
Thomas Pickering
ji en diping miga le rob cum le veg, ma cum le pens
Pablo Picasso
la civiltà prugredisc aumentand el numre de uperasion impurtant che putem fà sensa pensac
Alfred North Whitehead
la corussion è cum l\'imundisi, l\'hai da butà via tutt i giorn
Ignacio Pichardo Pagaza
la povertà de linguag che rend debul, rischia de fac diventà schiav dle idee d\'iatri
Giorgio Barberi Squarotti
la puesia è l\'art de fa entrà el mar in t\'un bichier
Italo Calvino
la roba più demucratica che c\'è in tel mond è el disiunari. E\' l\'unic ben che c\'avem in comun
Bernard Pivot
la televisiòn è l\'unic sunifer che se da nt\'ji\'ochi
Vittorio De Sica
le donn han da fa anicò du volt mej ch\'i omni per essa giudicat brav la metà. Per furtuna en è dificil
Charlotte Whitton
le papere fan ji\'ovi in silensi. Le galin invec starnassan cum dle matt. Qual\'è el risultat? Tutt el mond magna ji\'ov de galina
Henry Ford
l\'è propri bel acorgse poc a poc che en se capisc nient
Maurice Maeterlinck
l\'esperiensa è cla roba meravjosa che te fa arcnosca ji sbaj quand li arfai per la sconda volta
Franklin P. Jones
l\'ignuransa più peg è quela del la propria ignuransa
San Girolamo
l\'omin piu ricc è quel che c\'ha i gudiment più a bon mercat
Henry David Thoreau
l\'opinion publica è un tentativ de urganisà l\'ignuransa dla gent, e de fala dventà dignitosa sa la forsa fisica
Oscar Wilde
me fid sulament dle statistich che ho manupulat ji
Winston Churchill
na volta i putent, per sutumeta el popul, adupravne la forsa, le legg e la religion; adè c\'han anca el calc e la television
Carl William Brown
nisciun ce munterà adoss se prima en avrem pieget la schina
Martin Luther King
n\'avucat incumpetent pò ritardà un prucess per dei mes o di\'an. Un cumpetent el pò ritardà na mucchia de più
Evelle Younger
ogni volta ch\'insegni, insegna a dubità de quel ch\'insegni
José Ortega y Gasset
Ognun prend i limit del propri camp visiv per i cunfin del mond
Arthur Schopenhauer
pensà è sempre na roba teribil
Oskar Panizza
per essa perfeta je mancava sol un difett
Karl Kraus
per l\'omin, che je capit tutt quel che vol è n\'è la cosa miòr
Heraclitus
per un indian l\'or del sol basta e avansa
Violeta Parra
pù è nut el prugress a destruggia anicò, più d\'la guera, perchè se la guera ha distrutt ma la roba, el prugress ha distrutt el nostre mod de viva
Bruno Ugolotti
quand dava da magnà m\'ai purett me chiamava sant. Quand chiedeva cum mai i purett en c\'avavna da magnà me chiamavan comunista
Hélder Câmara
quel ch\'importa en è tant l\'idea, ma la capacità de credce fin in fond
Ezra Pound
quel c\'ha sempre res el stat n\'inferno in tera è stat propri el tentativ dl\'om de fal essa un paradis
Friedrich Hölderlin
se vien per me a la matina, veran per te a la not
Angela Davis
se vù imparà, insegna
Marcus Tullius Cicero
su ogni pruprietà privata c\'è sempre n\'iputeca sucial
Giovanni Paolo II
sulament a gli estrem dla scala sucial s\'arcnoscen i re
Pier Paolo Pasolini
sulament el silensi è grand, tutt el rest è debulessa
Alfred de Vigny